Capitalismo:
una sofferta storia d'amore

Siamo in perenne contraddizione con noi stessi e col mondo che ci circonda. Non c’è da meravigliarsi, in fondo lo siamo sempre stati e sempre lo saremo. Il punto sta nel comprendere perché oggi il concetto di godimento si sia declinato nel ‘divieto di non godere’, ossia in quel circolo vizioso che vive e si alimenta della nostra rassegnazione.

di Matteo Russo

cartucce

homines

DOSSIER

Il sito utilizza cookie per fini statistici, per la visualizzazione di video e per condividere argomenti sui social network. Proseguendo sul sito l’utente ne accetta l'utilizzo. Per maggiori informazioni consulta l’ Informativa Estesa.

OK