Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Quali risparmiatori potranno acquistare il nuovo BTP Valore 2030 dal 26 febbraio al 1° marzo?

Foto dell'autore

Stefano Vozza

Questione di ore e poi partirà il lancio del primo bond retail del nuovo anno, il BTP Valore 2030. Per l’obbligazione della nuova famiglia di obbligazioni lanciata l’anno scorso, l’emittente ha pensato a una durata di 6 anni, divisa in due trienni. Ad ognuno di essi corrisponde un tasso nominale annuo, con il secondo maggiore del primo (c.d. struttura step-up).

Per conoscere i tassi minimi cedolari dovremo attendere domani, quando il MEF svelerà le carte al riguardo. Poi a fine collocamento sarà lo stesso MEF a confermare o meno le cedole che saranno comunicate domani. Laddove non fossero confermate, l’unica variazione ammessa sarà al rialzo.

Chi potrà comprare il BTP Valore dal 26 febbraio al 1° marzo?

Sempre domani si conoscerà anche l’ISIN “speciale” che sarà associato al bond nella settimana di collocamento. Poi dal giorno in cui il titolo sarà negoziabile partirà un nuovo ISIN per contraddistinguere gli stessi titoli, tra tutti quelli emessi, oggetto di compravendita. A quest’ultimi non andrà il premio fedeltà finale, che spetterà solo ai sottoscrittori della prima ora che terranno il titolo fino al termine. Già, ma quali risparmiatori potranno acquistare il nuovo BTP Valore 2030 dal 26 febbraio al 1° marzo? Sono le stesse FAQ del Ministero a sciogliere i dubbi. Anzitutto, va precisato che il collocamento potrebbe terminare prima del 1° marzo, a discrezione dell’emittente, ma non prima del termine della giornata di mercoledì. Ad ogni modo sarebbe lo stesso MEF a darne notizia tramite Comunicato ufficiale. Ad esempio alle precedenti due emissioni del 2023 si andò avanti per tutta la settimana, dal lunedì al venerdì. Detto ciò, nel periodo di collocamento potranno comprare il BTP Valore 2030 solo i risparmiatori individuali e affini.

Quali risparmiatori potranno acquistare il nuovo BTP Valore 2030 dal 26 febbraio al 1° marzo?

Nello specifico, i soggetti ammessi a sottoscriverlo sono:

  • le persone fisiche;
  • i soggetti al dettaglio, escluse le controparti qualificate e i clienti professionali di diritto (come specificato dal Regolamento CONSOB 20307/2018 e successive modifiche);
  • le società di gestione autorizzate all’erogazione del servizio di gestione su base individuale di portafogli di investimento di cui alle prime due famiglie di investitori;
  • gli intermediari autorizzati e abilitati alla gestione di portafogli individuali di cui alle prime due categorie su esposte;
  • le fiduciarie che si occupano di gestione di portafogli di investimento, sempre per conto dei clienti di cui alle prime due tipologie di investitori su indicate.
Impostazioni privacy