Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Le azioni Telecom Italia arrancano sul Ftse Mib per un’indagine per una presunta truffa, cosa attendersi per le prossime settimane?

Foto dell'autore

Elena De Felice

Le azioni Telecom Italia cedono oltre il 2,5% dopo che si è diffusa la notizia che vede la società non indagata in un’indagine per truffa, ma a cui sono stati sequestrati circa 250 milioni di euro.

Un’indagine della Guardia di Finanza pesa sull’andamento delle quotazioni Telecom Italia

La Guardia di Finanza di Milano ha eseguito un sequestro preventivo di circa 322 milioni di euro nell’ambito di un’indagine su presunte frodi nei servizi di telefonia. Il sequestro coinvolge sei società, tra cui Tim, che non è indagata, ma a cui sono stati sequestrati 248,9 milioni di euro. Sono più di 20 le persone indagate, compresi ex dipendenti di Tim, con l’accusa di frode informatica.

La truffa sarebbe avvenuta attraverso la vendita ai clienti di servizi telefonici a pagamento mai richiesti, come suonerie o giochi, sottraendo denaro dal credito telefonico degli utenti. Le società coinvolte avrebbero guadagnato diversi milioni di euro con questo sistema. Il sequestro è stato eseguito in seguito a un’indagine avviata nel 2018 su un caso simile.

Tuttavia, va riportata una nota della società che recita come segue

“Tim ha appreso con sorpresa dagli organi di stampa della richiesta di sequestro, presentata dalla Procura di Milano e concessa dal Gip del Tribunale di Milano, in relazione al fenomeno delle attivazioni irregolari dei servizi di valore aggiunto (Vas), la quale interviene a oltre cinque anni dai fatti per cui si procede. La società, sin dal 2019, non appena ha avuto contezza di irregolarità, ha proceduto di propria iniziativa a segnalare i fatti alla Procura di Roma, la quale, all’esito del procedimento, ha qualificato i fatti come truffe ai danni di Tim”.

Inoltre, Telecom Italia ha dichiarato di aver preso, già tra il 2019 e il 2020, misure per proteggere i propri clienti, rimborsando tutte le attivazioni irregolari e bloccando i servizi a valore aggiunto coinvolti. La società si attende che ogni aspetto dell’indagine sia chiarito nel minor tempo possibile.

Le azioni Telecom Italia arrancano sul Ftse Mib per un’indagine per una presunta truffa, cosa attendersi per le prossime settimane?

Nonostante la debolezza continua la fase laterale, sempre più compressa, delle quotazioni Telecom Italia. Come si vede dal grafico, infatti, il titolo da alcune settimane è bloccato all’interno del trading range 0,2664 € – 0,2863 €. Solo una chiusura esterna a questo livello potrebbe dare direzionalità alle quotazioni.

Situazione contrastata per gli indicatori sul titolo Telecom Italia
Situazione contrastata per gli indicatori sul titolo Telecom Italia

Lettura consigliata 

Dopo l’ultima decisione della BCE ecco chi vince tra un Buono 3×4 e un BTP con stessa durata residua

Impostazioni privacy