Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Sapevi che il logo della Maserati si ispira alla statua del Nettuno a Bologna? Tutte le curiosità sulla prestigiosa casa automobilistica italiana

Foto dell'autore

Erica Oldano

Quando pensi alla Maserati ti viene in mente subito il suo tridente? Ecco, oggi siamo qui per svelarti perché proprio questo è divenuto simbolo del marchio ed altre curiosità su di esso davvero poco note.

L’Italia è conosciuta in tutto il Mondo per le sue eccellenze in quasi ogni campo. Dall’enogastronomia all’arte, dalla moda al design automobilistico. Oggi parleremo proprio di una delle case automobilistiche più prestigiose d’Italia: la Maserati. Nata a Bologna dall’ingegno del pilota Alfieri Maserati nel 1914, ad oggi questo marchio è considerato uno dei più lussuosi e competitivi al Mondo.

In oltre 100 anni di vita, la Maserati si è trasformata. Nata come piccola officina specializzata nell’elaborazione di vetture è divenuta una delle aziende che crea alcune delle automobili sportive più desiderate. Il simbolo di questa casa automobilistica ha una storia particolare che non tutti conoscono. Se sei appassionato di macchine sportive, senza dubbio ti sarai chiesto perché il simbolo della Maserati è proprio il Tridente.

Sapevi che il logo della Maserati è il Tridente? Ecco la sua storia

Quando Alfieri Maserati dovette scegliere un simbolo per la sua casa automobilistica, pensò a qualcosa che ricordasse la città di Bologna. Il famoso e riconoscibile tridente simbolo della Maserati, infatti, è ispirato alla statua di Nettuno che si trova in Piazza Maggiore a Bologna. Alfieri Maserati non era bolognese di nascita. Egli nacque a Voghera, ma trasferitosi a Bologna in giovane età, sentì sempre quella città come la sua vera casa.

Tuttavia, ad oggi, la sede centrale e di produzione della Maserati è sita nella città di Modena, ma perché? In seguito ad un incidente automobilistico nel 1926, Alfieri perdette un rene. Il pilota negli anni ebbe diverse ricadute e nel 1937 vendette la sua azienda ai fratelli Orsi, industriali modenesi.

Perché il colore della Maserati è il blu?

Sapevi che il logo della Maserati in origine non era così come lo conosciamo oggi? Questo subì diverse evoluzioni sia nel design, sia nei colori. Il tridente, originariamente disegnato da Mario Maserati, fu semplificato e il suo colore passò dal nero al rosso.

Successivamente il logo divenne ovale e dopo ancora il colore rosso divenne sempre meno predominante lasciando spazio al blu. Il blu è uno dei colori delle città di Bologna e Modena, che entrambe hanno reso grande questo marchio. Oggi il blu Maserati è iconico e riconosciuto in tutto il Mondo.

La Maserati e la rivalità con la Ferrari: verità o leggenda?

La Ferrari e la Maserati nacquero entrambe come piccole aziende. Nessuno si sarebbe mai immaginato che queste 2 case automobilistiche avrebbero raggiunto il prestigio di cui godono da anni e che hanno tutt’oggi.

La Ferrari nasce a Maranello nel 1939 per mano di Enzo e la città dista soli 19 chilometri da Modena, casa della Maserati. Per la crescita di aziende così grandi, il segreto industriale è tutto. Il pericolo che qualche apprendista indiscreto facesse esperienza prima in una e poi nell’altra azienda spifferando qualcosa era sempre in agguato. Sarebbe bastato un attimo per mandare in fumo i progetti di una vita. Proprio per questo motivo, la rivalità tra le 2 case automobilistiche fu sempre molto accesa.

Impostazioni privacy