Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Perché li chiamiamo “infissi”, come si scelgono e qual è la loro storia dall’Impero Romano a oggi

Foto dell'autore

Simone Scalas

Ogni casa ha gli infissi, servono a rendere i passaggi degli ambienti domestici eleganti e comodi, proteggono l’intimità, separano le stanze dall’esterno. Una casa senza infissi non potrebbe esistere, eppure non ci chiediamo mai perché si usi questo termine e come venivano scelti nell’antichità.

Il termine infisso deriva dal latino infĭxus, participio passato del verbo infīger, che significa infiggere o inchiodare. Questa radice linguistica suggerisce l’origine pratica degli infissi, in passato, gli infissi venivano effettivamente fissati o incastrati nei muri per svolgere determinate funzioni. Nel corso dei secoli, il concetto di infissi si è evoluto, passando da semplici aperture nelle pareti a strutture più complesse e tecnologicamente avanzate. La progettazione è mirata a ottenere isolamento termico, acustico e sicurezza.

L’uso del termine infisso per descrivere questi elementi è dunque una testimonianza della loro funzione primaria di essere inseriti o fissati all’interno delle aperture. Ciò avviene nelle pareti degli edifici e per questo deve essere sottolineata l’importanza della loro integrazione nell’architettura della costruzione.

Dall’Impero Romano a oggi, infissi sempre più tecnologici

Perché li chiamiamo “infissi”? Perché ancora oggi porte e finestre vengono inserite o fissate. Eppure la loro evoluzione ha radici antiche, risalenti addirittura all’epoca dell’Impero Romano. I Romani furono tra i primi a utilizzare finestre e porte per migliorare il comfort all’interno delle loro abitazioni e per proteggere gli ambienti dagli agenti atmosferici e dagli intrusi. Le finestre dell’epoca romana erano spesso costituite da pannelli di vetro o di materiale traslucido, come il vetro grezzo, montati su una struttura di legno o metallo. Questi infissi primitivi non offrivano un isolamento efficace e spesso erano soggetti a infiltrazioni d’acqua e aria. Con il passare dei secoli, soprattutto durante il Rinascimento e l’era barocca, gli infissi subirono miglioramenti significativi sia in termini di design che di funzionalità. Vennero introdotti nuovi materiali, come il vetro piatto e i serramenti in legno intagliato, che consentivano una maggiore luminosità e una migliore tenuta termica.

Nel corso dell’era industriale, con l’avvento della produzione di massa e l’innovazione tecnologica, gli infissi subirono ulteriori trasformazioni. Il XIX secolo vide la diffusione dei serramenti in metallo, come il ferro battuto e l’acciaio, che offrivano maggiore resistenza e durata rispetto ai materiali tradizionali. Nel XX secolo, con l’avvento del vetro isolante e dei telai in alluminio, gli infissi divennero sempre più efficienti dal punto di vista energetico e termico. Oggi, grazie alle tecnologie digitali e dei materiali innovativi, gli infissi sono progettati per offrire prestazioni eccezionali in termini di isolamento e sicurezza. Contribuiscono in maniera determinante al miglioramento del comfort e della qualità della vita all’interno degli edifici.

Perché li chiamiamo “infissi” e come scegliere quelli giusti

La scelta degli infissi giusti è fondamentale per garantire il comfort e la sicurezza all’interno di una casa. Per le case delle zone con climi freddi o temperati, dove è importante massimizzare l’isolamento termico, una buona combinazione potrebbe essere costituita da infissi in PVC. Oppure in legno con vetro isolante, a doppia o tripla camera. Questi materiali offrono un’eccellente resistenza alle temperature esterne e riducono la dispersione di calore, contribuendo così a ridurre i costi energetici. Per le abitazioni situate in zone ad alto rischio di intrusione o vandalismo, come le zone urbane dense, potrebbe essere consigliabile optare per infissi in alluminio o acciaio. Questi modelli di solito hanno sistemi di sicurezza avanzati, come serrature multipunto e vetri antisfondamento.

I materiali oggi offrono una maggiore resistenza alle effrazioni e aumentano il livello di protezione della casa e dei suoi abitanti. La scelta delle migliori accoppiate infissi-case dipende dalle nostre specifiche esigenze e dalle caratteristiche dell’abitazione. Consultare un esperto del settore può aiutare a individuare le soluzioni più adatte per scegliere i migliori prodotti e ottenere un giusto compromesso tra qualità e prezzo.

Impostazioni privacy