Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

L’acqua di cottura delle uova può farti risparmiare soldi: ecco perché non dovresti mai buttarla e come riutilizzarla

Foto dell'autore

Erica Oldano

Se hai fatto bollire delle uova, non fare l’errore di gettare via l’acqua di cottura. L’acqua in cui cuoci le uova riceve molti minerali e vitamine e buttarla sarebbe un vero peccato. Con questo articolo intendiamo spiegarti come utilizzarla in modo intelligente, perché così facendo potresti risparmiare anche dei soldi.

Le uova sono poco costose, ricche di proteine e vitamine A ed E e anche fonte di fosforo e calcio. Sono tra gli alimenti più consumati al Mondo e in media un italiano mangia 214 uova all’anno. Le uova sono un cibo estremamente versatile e con esse possiamo realizzare una miriade di ricette diverse. Torte dolci e salate, frittate, salse, antipasti, ma anche primi piatti deliziosi come la nostra celebre carbonara e secondi come le omelette. Esattamente come succede per il riso, anche quando cuociamo le uova la sua acqua di cottura acquisisce preziosi nutrimenti.

L’acqua di cottura delle uova è un toccasana per le piante ma non per tutte: ecco come e quando usarla

L’acqua in cui cuoci le uova è davvero benefica per alcune piante da vaso e da giardino. Usala per le piante grasse, ma anche per le rose, piante di pomodoro, peperoni, mele, pere, ciliegi e fragole. I gusci delle uova sono ricchi di calcio, fluoro, ferro, silicio, zinco e rame. Innaffiare le piante con quest’acqua fornisce loro tutte queste sostanze e le rende più vitali e idratate senza spendere soldi per i concimi. Prima di farlo però, osserva alcune accortezze. L’acqua di cottura dovrà essere rigorosamente non calda, dunque lasciala prima raffreddare. L’acqua calda nuocerebbe alle piante.

Se salerai l’acqua delle uova, non potrai usarla per le piante, poiché il sale da cucina è dannoso per gli organismi vegetali. Infine, essendo così ricca di sali minerali e vitamine, ti consigliamo di utilizzare quest’acqua per annaffiare le piante solo una volta al mese. Un eccesso di questa sostanza potrebbe essere controproducente.

Vuoi pulire gli scarichi senza usare prodotti aggressivi? Ecco la soluzione

Se devi gettarla via, fallo in modo intelligente, perché quest’acqua è perfetta per pulire gli scarichi del lavandino e del wc. Inoltre, questa aiuta anche ad eliminare i cattivi odori provenienti dagli scarichi. In questo caso, per ottenere un risultato efficace è meglio usare l’acqua di cottura ben calda. Imbevi una spugna con quest’acqua e getta il resto negli scarichi da scrostare.  Vedrai come le superfici dei sanitari torneranno bianchi e splendenti risparmiando così sull’acquisto di costosi prodotti specifici.

Lavare le stoviglie a mano è più semplice con questo metodo naturale

Alcune ricette possono rendere le nostre stoviglie difficili da pulire. Già gli antichi romani usavano questo metodo per pulire gli utensili da cucina. Non tutti abbiamo a disposizione la lavastoviglie e in caso di pentole e padelle molto incrostate è comunque sempre opportuno lavarle prima a mano. Per farlo può essere utile usare l’acqua di cottura delle uova. Se calda, questa aiuterà a sciogliere la parte grassa e a rimuovere più facilmente sporco e incrostazioni. Vuoi aumentare il potere sgrassante? Aggiungi anche una goccia di aceto: il risultato è garantito.

Impostazioni privacy