Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Chi non ha uno scheletro nell’armadio: ritorna di moda il montone anni Ottanta che insieme al pellicciotto dei giubbotti si può riciclare così

Foto dell'autore

Simone Scalas

Il mondo della moda si evolve in continuazione, molti capi tornano di moda in maniera inaspettata. Basta aprire l’armadio per trovare un pezzo raro che indossavamo tanti anni fa, magari potremmo provare a indossarlo, oppure potremmo riciclarlo. Le scelte sono diverse.

Il montone anni Ottanta si caratterizzava per una misura oversize, aveva le spalle pronunciate e i dettagli erano audaci. Fibbie, cerniere, tante decorazioni che lo rendevano opulento. Lo stile era unico e il capo funzionale, riscaldava sul serio soprattutto in montagna dove le basse temperature erano una costante. Con i cambiamenti climatici e il caldo anche in altitudine non si sa se il montone potrebbe essere altrettanto funzionale. Eppure sta tornando di moda. Sarà forse la nostalgia alla Vacanze di Natale, con Jerry Calà che suonava il piano e Stefano Sandrelli che lo ammirava estasiata.

Sta di fatto che Gucci, Fendi, MaxMara. Miu Miu, Versace e Balenciaga hanno dato una nuova vita al montone, impresa che sembrava impossibile. Nulla è impossibile per la moda italiana che mantiene alti livelli e classe anche nelle imprese al limite. Il revival è partito e questa icona degli anni Ottanta è pronto a spiccare il volo.

Nuova vita per i vecchi montoni

Chi non ha uno scheletro nell’armadio? Una pelliccia che tanto si usava negli anni passati e che oggi è un vero peccato mortale. Sostenibilità ed ecologia oggi dominano, giustamente, e allora pellicce e pellicciotti già oggetto di discussioni negli anni Ottanta e Novanta diventano un capo da eliminare. O meglio, riciclare. Montone e pellicciotti potrebbero avere destini simili.

Il montone vecchio che non si può più indossare può essere riciclato creando un pupazzo da regalare. Basta ritagliare i pezzi su misura, creare un’imbottitura e cucirli insieme per dare vita a un pelouche di grandezza extra. Si potrebbe trasformare in una mantellina pratica e leggera oppure in un tappeto. Ma l’idea più interessante potrebbe essere la creazione di una borsa utilizzando il montone come rivestimento per un oggetto di lusso e design.

Chi non ha uno scheletro nell’armadio, ricicliamo i pellicciotti dei giubbotti

Il concetto di riciclo cestivo si estende oltre che al montone anche al pellicciotto dei giubbotti. Da cui potremmo ricavare un costume di carnevale. Da questi rivestimenti potremmo con il fai da te far divertire i nostri bambini per il carnevale. Magari per un costume da supereroe delle nevi. Ma il pellicciotto è anche un ottimo rivestimento per la cuccia del nostro cane. Possiamo creare un ambiente caldo e confortevole usando il pellicciotto per il rivestimento interno.

Con i pellicciotti possiamo ottenere dei comodi cuscini, dando eleganza all’ambiente con un rivestimento prezioso. Sul divano o sulla poltrona potrebbe fare un’ottima figura ed esserci comodo quando ne abbiamo bisogno. I pellicciotti sono utili anche per fare guanti e coperte con cui proteggerci nelle giornate fredde. Se siamo amanti del fai da te, le soluzioni sono diverse. Infinite possibilità per trasformare la moda vintage che meno ci piace in nuovo prodotto da apprezzare. L’importante è fare tutto con stile e con un sorriso.

Impostazioni privacy