Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Prysmian mostra buona forza relativa rispetto all’indice principale, dove è diretto?

Foto dell'autore

Marco Calindri

Gli ultimi giorni sono stati caratterizzati da un’importante news riguardante Prysmian. La società italiana, infatti, ha acquistato la statunitense Encore Wire rafforzando la presenza oltreoceano. Tuttavia, in Borsa la reazione non è stata molto positiva con le quotazioni che potrebbero avere iniziato una parabola discendente.

I dettagli dell’acquisizione Encore Wire

Prysmian Group, leader nel settore dei cavi per energia e telecomunicazioni, ha effettuato una significativa acquisizione negli Stati Uniti, acquistando la texana Encore Wire per circa 3,9 miliardi di euro, segnando così la più grande acquisizione nella storia dell’azienda. Questo rappresenta un premio dell’11% rispetto alla chiusura del titolo in Borsa di Encore Wire. Prysmian è già presente in Nord America, ma con questa acquisizione aumenterà la sua esposizione nel territorio, che ora rappresenta il 40% delle vendite e il 55% dell’EBITDA. La transazione sarà finanziata principalmente con 1,1 miliardi di euro in contanti e nuove linee di debito per 3,4 miliardi di euro, con il closing previsto nella seconda metà del 2024. Si prevede che l’integrazione genererà sinergie per 140 milioni di euro entro 4 anni.

Il CEO designato di Prysmian, Massimo Battiani, vede questa acquisizione come un’opportunità strategica per creare valore per gli azionisti e i clienti, considerando l’importanza di Encore Wire nella transizione verso un’infrastruttura energetica più sostenibile. Daniel L. Jones, presidente e CEO di Encore Wire, vede l’operazione come massimizzazione del valore per gli azionisti e riconosce l’opportunità di crescita all’interno del gruppo Prysmian.

Le indicazioni dell’analisi grafica sul titolo Prysmian

Come si vede dal grafico, a partire dal dicembre 2023 le azioni Prysmian hanno mostrato una forza relativa superiore a quella del Ftse Mib. Dopo un rialzo di circa il 50% dai minimi di dicembre, però, le quotazioni sembrano mostrare qualche debolezza. D’altra parte hanno raggiunto il livello in area 49,67 € dove è massima la probabilità che si possa concretizzare un’inversione ribassista. Potrebbe, quindi, essere molto probabile un ritracciamento fino in area 44,20 €. Sotto questo livello, poi, la tendenza ribassista potrebbe ulteriormente rafforzarsi spingendo le quotazioni verso un ritorno in area 35 €.

Tutti gli indicatori sono impostati al rialzo sul titolo Prysmian
Tutti gli indicatori sono impostati al rialzo sul titolo Prysmian

Lettura consigliata 

Dopo il bilancio 2023 è arrivato il momento di scommettere sulle azioni Lottomatica?

Impostazioni privacy