Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Napoli, cacciata di casa ad 8 anni

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Grave episodio nel napoletano, dove una bambina di 8 anni è stata cacciata di casa da suo padre, insieme alle sue amiche. Ecco che cosa è successo

Non si conoscono ancora le motivazioni che esistono dietro a tanta rabbia e ad altrettanta irresponsabilità, ma il fatto lascia davvero senza parole.

Napoli, cacciata di casa ad 8 anni
Sembrava una serata normale, ma poi è arrivata la furia del padre (Ansa) – L’intellettualedissidente.it

Un episodio che poteva finire davvero molto male e che, fortunatamente si è concluso con tanta, tantissima paura e la consapevolezza che è stata evitata una tragedia. Una bambina di soli 8 anni, infatti, è stata cacciata di casa, abbandonata di sera da suo padre, insieme ad alcune amiche, anche lo molto piccole, che erano in casa con la minorenne. Il motivo ha lasciato tutti senza parole.

Cosa è successo

Poteva finire in tragedia e questa non è affatto un’esagerazione, dato che l’increscioso episodio si è svolto durante un sabato sera e la protagonista di questa assurda vicenda è una ragazzina di soli 8 anni. L’episodio è avvenuto in via Piromallo a Massa di Somma, un piccolo comune in provincia di Napoli e alle pendici del Vesuvio. Quella sera in casa c’era la bambina di 8 anni, due sue amiche e il padre della piccola. La madre era fuori casa, in visita a dei parenti, mentre il padre guardava la tv seduto sul divano e il cane di cane di famiglia girava per le stanze. La piccola era invece in camera sua, insieme alle sue amiche.

Napoli, cacciata di casa ad 8 anni
Il cane scomparso e la colpa data alla figlia e alle sue amiche (Ansa) – L’Intellettualedissidente.it

Ma intorno alle 20 il padre della bambina si accorge che il cane era sparito. Inizia a cercarlo un po’ ovunque, ma niente: il cane non si trova. Le urla del padre in cerca del cane non servono a nulla, ma si amplificano quando si accorge che la porta dell’abitazione è aperta. La  colpa di questo va automaticamente alla figlia di 8 anni e alle sue due amiche: “Avete fatto scappare il cane – dice infuriato – adesso andate fuori di casa“. Non si tratta di un rimprovero esagerato, ma di un vero e proprio invito ad uscire di casa, senza se e senza ma. A quel punto la piccola di 8 anni e le sue due amiche, evidentemente sprovviste anche di telefono, non sanno cosa fare e iniziano a vagare per i piccolo paesino.

In poco tempo si perdono e non riescono più a trovare la strada di casa. Con grande intelligenza decidono allora di rivolgersi ad un negoziante che vende detersivi, spiegandogli la situazione. L’uomo decide allora di allertare le forze dell’ordine, le quali poi avviseranno la madre della bambina. Dopo aver affidato le bambine alla donna, i Carabinieri si sono recati a casa dell’uomo, un 49enne incensurato. Per lui è scattata la denuncia per il reato di abbandono di minori. Infine, come spesso accade in queste storie, c’è anche un risvolto tragicomico che rende l’episodio ancora più assurdo, per quanto serio. Il cane della famiglia, infatti, non era affatto scappato. Dopo una semplice ricerca, infatti, è emerso che l’animale a quattro zampe si era semplicemente addormentato sotto il letto di casa. Un episodio che, comunque, è attenzionato dalle Forze dell’Ordine.

Impostazioni privacy