Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Mestre, così nel disastro un bambino è stato salvato dai genitori

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Grazie al loro abbraccio un bambino è stato salvato dai genitori durante l’incidente del bus a Mestre: ecco che cosa sappiamo

Fa ancora terrore ciò che è successo solo qualche giorno fa nei pressi di Mestre, dove un bus è precipitato dal cavalcavia Vempa, causando la morte di molti passeggeri.

Bambino salvo incidente Mestre
Un bambino è sopravvissuto all’incidente di Mestre (Credits foto: Ansa) – L’intelletualedissidente

Nel momento in cui stiamo scrivendo, sono almeno 21 i morti e 15 i feriti che attualmente risultano essere ricoverati: sono tutti passeggeri del bus. Ma una storia commovente e carica di speranza è emersa nelle ultime ore tra le notizie della tragedia e delle morti: un bambino molto piccolo che viaggiava su quel bus si è salvato grazie ai suoi genitori. Una storia che ha commosso i soccorritori e che regala, almeno in questo caso, un sospiro di sollievo.

Incidente bus di Mestre: un bambino si è salvato grazie all’abbraccio dei suoi genitori

Sono 21 i morti causati dall’incidente del bus caduta da un cavalcavia di via dell’Elettricità sul raccordo per l’autostrada A4. Ad aggravare la situazione del bus, già precaria dopo il volo di molti metri, è stato l’incendio scoppiato quasi immediatamente che non ha dato scampo a decine di passeggeri, ferendo anche in modo grave moltissimi altri Ma in questa storia di tragedie e tristezza ce n’è una che, fortunatamente, sembra aver donato speranza.

Bambino salvo incidente Mestre
Secondo una prima ricostruzione, sono stati i genitori a proteggere con il loro corpo il neonato, salvandogli la vita (Credits foto: Ansa) – L’intellettualedissidente

Secondo quanto si apprende, infatti, un neonato di pochi mesi è riuscito a sopravvivere all’incidente. Le prime testimonianze raccontano di un abbraccio: il piccolo, infatti, è vivo grazie all’intervento tempestivo dei suoi genitori che, dopo aver capito di essere in pericolo, hanno protetto con il loro corpo il piccolo, riuscendo a fare da schermo prima dell’impatto con il suolo. I Vigili del Fuoco hanno spiegato ad Ansa la dinamica del gesto,  parlando di “salvataggio miracoloso” dei genitori nei confronti del piccolo. I genitori avevano quindi capito che il bus stava per cadere e si sono fiondati sul piccolo per fargli da scudo.

Un abbraccio che è servito a salvare la vita del neonato. Forse l’ultimo da parte dei genitori che hanno dimostrato il loro amore in un momento così drammatico. Attualmente, infatti, non si conoscono le condizioni di salute della coppia e, secondo quanto si apprende, non è chiaro se i genitori siano sopravvissuti all’impatto del bus con il suolo e all’incendio poi scaturito. Per ora si sa solo che il bimbo e vivo e che, fortunatamente, non fa parte delle numerose vittime dell’incidente.

Tra i ventuno morti, infatti, ci sono purtroppo anche un bambino di un anno e mezzo, una ragazza di 12 anni e un’altra ragazza di cui non si conosce ancora l’età. Anche una bimba di 4 anni, invece, tra i feriti. La piccola è stata infatti trasportata in condizioni gravi in ospedale per via di ferite profonde e ustioni estese su tutto il corpo. Intanto, si cerca di capire se i genitori del neonato salvato “per miracolo” sono ancora vivi e stanno bene.

Impostazioni privacy