Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Laetitia Casta racconta le domande oscene di Harvey Weinstein

Foto dell'autore

Maria Vittoria Ciocci

Trentanove anni di reclusione per stupro e violenza: Laetitia Casta racconta il suo incontro con il produttore hollywoodiano Harvey Weinstein.

Laetitia Casta torna sul grande schermo, protagonista del film Le Consentement (Il Consenso) – tratto dall’omonimo libro di Vanessa Filho. L’opera venne pubblicata nel 2020 e si trasformò ben presto nel simbolo del movimento #metoo. La trama narra le vicissitudini che videro coinvolta l’autrice stessa all’età di 14 anni, quando si trovò imprigionata in una relazione tossica e manipolativa con un uomo di 36 anni più grande di lei, lo scrittore Gabriel Matzneff. Quest’ultimo, colpevole di efebofilia e pedofilia, descrisse i suoi piaceri intimi come una sorta di turismo sessuale, libero da vincoli e pregiudizi di ogni genere.

Laetitia Casta intepreta Vanessa Fhilo
Laetitia Casta parla dell’incontro con il produttore Harvey Weinstein – foto: ansa – lintellettualedissidente.it

Nonostante l’ammissione di colpa, Gabriel Marzneff – oggi 87enne – riuscì ad evitare qualsiasi tipo di ripercussione penale. Si rifugiò in Italia nel 2021, dove trovò persino un editore disposto a pubblicare la sua opera, Vanessavirus. Questa si concentra interamente sul consenso dichiarato dell’autrice e sulla sua conseguente estraneità a qualsiasi accusa di violenza o abuso. Peccato che, benché coinvolta dallo scrittore, Filho fosse minorenne all’epoca del loro rapporto, oltre che completamente succube della figura di Marzneff – e quindi capace di intendere e di volere nei limiti del possibile.

Su questo si concentra l’intervista di Laetitia Casta, rilasciata al canale francese TF1. La modella e attrice ha fatto riferimento alla sua esperienza personale, in merito al caso Weinstein. Il produttore hollywoodiano si trova in carcere, responsabile di centinaia di abusi, stupri e violenze ai danni di modelle, attrici e soubrette internazionali.

 “Il predatore arriva presto nella vita di una donna”

Lo scandalo scoppiò nel 2017 e vide la testimonianza di centinaia di donne, le cui accuse contemplavano molestie, violenza e abusi sessuali. Arrestato definitivamente nel 2020, Harvey Weinstein si trova dietro le sbarre, condannato a 39 anni di reclusione. Tra le vittime, anche Laetitia Casta, protagonista del film Le Consentement. Domande fuori luogo e atteggiamenti inadeguati consumati durante il Festival di Cannes, prima che le sue azioni fossero conosciute a livello globale. L’attrice e modella ha condiviso la sua esperienza in merito.

Harvey Weinstein, domande indiscrete a Laetitia Casta
Laetitia Casta su Harvey Weinstein: il predatore arriva presto – foto: ansa – lintellettualedissidente.it

“Ha iniziato a farmi domande molto intime” – ha raccontato – “non so cosa gli sia passato per la testa”. Laetitia, presa coscienza delle intenzioni del produttore hollywoodiano, ha subito deviato il discorso, facendo riferimento al marito e ai figli. Ha espresso molto chiaramente la sua posizione, di conseguenza Harvey non ha potuto che issare rassegnato bandiera bianca. “Il predatore arriva molto presto nella vita” – le parole dell’attrice – “E’ lì fin dall’inizio, nella vita di ogni bambina”. Nel corso della sua carriera, Casta ha imparato a riconoscere le figure maschili professionali e giuste, da quelle che invece vedono nella figura femminile una mera pedina dei loro giochi di supremazia.

Impostazioni privacy