Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Bruce Willis non vuole più vivere

Foto dell'autore

Maria Vittoria Ciocci

Le condizioni dell’attore statunitense peggiorano progressivamente: Bruce Willis ha perso la gioia e soprattutto la voglia di vivere.

Il 30 marzo 2022 la famiglia di Bruce Willis annunciò il suo ritiro dalle scene, in seguito alla diagnosi di afasia – una malattia del linguaggio che impedisce al paziente di focalizzare il significato del parole, limitando conseguente la comprensione e l’espressione dei concetti. Tra il 2021 e il 2022 dunque, presa coscienza del suo ingiusto destino, l’attore statunitense si impegnò nella realizzazione di ben otto film. Passò così la sua quotidianità sui set cinematografici, a costo di rinunciare alla qualità dei prodotti offerti al grande pubblico.

Bruce Willis in condizioni critiche
Bruce Willis ha perso la gioia di vivere: le parole della famiglia – foto: ansa – lintellettualedissidente.it

Successivamente, il 16 febbraio 2023, Demi Moore – ex moglie di Bruce Willis – confermò il peggioramento delle condizioni di salute dell’artista, dovute allo sviluppo della demenza frontotemporale, una malattia degenerativa che colpisce il comportamento, la personalità, così come la proprietà di linguaggio del paziente affetto. Al momento l’attore si trova in stato confusionale, imprigionato nella sua mente e impossibilitato nel mantenere un contatto concreto con il mondo esterno. “Quando stai con lui, sai che è Bruce” – sono state le parole del produttore Glenn Gordon Caron – “Ho la sensazione che capisca chi sono per i primi tre minuti”.

Bruce Willis, la fine si avvicina

L’attore statunitense viene assistito dalla moglie Emma Heming e dall’ex moglie Demi Moore, così come dalle cinque figlie Rumer, Scout, Tallulah, Mabel ed Evelyn. Recentemente, il produttore Glenn Gordon Caron, amico di lunga data di Willis, l’ha raggiunto nella sua residenza per poter passare qualche ora con lui. I due collaborarono nei primi anni ’80 sul set di Moonlighting, prodotto che consentì all’attore di affermarsi definitivamente nel mondo dello show business internazionale.

Bruce Willis insieme alle figlie maggiori
Bruce Willis assistito dalla famiglia: l’amore della moglie e delle cinque figlie – credit: Instagram @demimoore – lintellettualedissidente.it

Secondo quando dichiarato da Gordon Caron, sembra che Willis sia effettivamente in condizioni critiche: “Vive come se vedesse la vita attraverso una porta piccolissima”“Ho fatto del mio meglio per restare nella sua vita”. Nonostante il progredire della malattia, sembra che l’attore goda ancora della capacità di comprendere la propria identità e quella delle persone che lo circondano. La demenza frontotemporale infatti non colpisce la memoria come l’Alzheimer e la demenza senile, bensì – come sottolineato in precedenza – il comportamento e il linguaggio. “La gioia di vivere se n’é andata” – ha ammesso il produttore, per poi concludere – “Quando ho avuto modo di passare del tempo con lui, si è emozionato”.

Impostazioni privacy