Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Aumentano le intossicazioni alimentari: molti casi in Italia, controlla subito cosa fare

Foto dell'autore

Anna Di Donato

Le intossicazioni alimentari possono essere molto pericolose, per cui è importante sapere come tutelarsi al meglio

Le intossicazioni alimentari sono un problema molto serio, che può mettere in pericolo la salute dell’uomo. Quante volte capita di mangiare degli alimenti e poi di sentirsi molto male, al punto da avere febbre, crampi, vomito, dissenteria e quant’altro? Questo capita, soprattutto se i cibi ingeriti sono stati contaminati da virus o batteri, o magari da sostanze chimiche.

intossicazioni alimentarsi: come comportarsi
intossicazioni alimentarsi: come difendersi-lintellettualedissidente.it

Recentemente, ha toccato questo tema l’EFSA (Autorità europea per sicurezza alimentare). Il punto è che la contaminazione si può verificare in diversi luoghi, quindi mentre si macellano, trasformano o preparano i vari alimenti, oppure anche a casa, se la cottura non occorre in modo giusto.

Gli utensili da cucina o anche le superfici nella stessa, possono essere un veicolo di diffusione dei germi, che possono entrare in contatto con gli alimenti. Queste sono le principali vie di divulgazione dei batteri, che poi danno luogo a intossicazioni alimentari.

Ecco perché è importante prevenire tali situazioni, in modo da non incorrere in episodi spiacevoli. Le intossicazioni più gravi possono riguardare echinococcosi cistica, che occorre quando si ingeriscono uova di parassiti. I casi di salmonellosi, poi, sono tantissimi, tant’è che ogni anno si parla di più di 91 mila casi.

Intossicazioni alimentari: in che modo prevenirle

Per prevenire le intossicazioni alimentari, è importante osservare alcune regole basilari. Tra queste, l’igiene delle mani.

Intossicazioni alimentari: come fare per prevenirle
Intossicazioni alimentari: prevenzione-lintellettualedissidente.it

Inoltre, gli utensili devono essere puliti, così come le superfici della cucina. Gli alimenti devono essere cotti in modo adeguato e l’igiene deve essere accurata, in modo da prevenire o comunque far sì che il rischio di contrarre batteri sia praticamente nullo.

Nello specifico, come sottolinea l’EFSA, per prevenire intossicazioni come l’echinococcosi cistica, bisogna stare attenti a lavare in modo preciso frutta e verdure. Lavare bene le mani prima di mangiare, in particolare dopo aver toccato un terreno, cani oppure verdure crude.

Per evitare di contrarre la salmonellosi, invece, quando si manipolano i cibi, è importante il rispetto delle regole igieniche basilari. Soprattutto, uova e carne devono essere cotte molto bene, in modo che si possano mangiare con sicurezza.

La sicurezza è prioritaria quando si tratta di alimenti, e non va assolutamente sottovalutata. Nel caso in cui doveste contrarre un’intossicazione alimentare, è sempre meglio contattare un medico che possa aiutarvi a risolvere il problema in modo efficace e sicuro.

Impostazioni privacy