Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Trump non potrà più parlare

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Quello imposto all’ex presidente è un vero e proprio bavaglio per impedire che insulti coloro che hanno preso parte al processo a suo carico

Solo i venti di guerra in Medio Oriente e in Ucraina – e le disastrose previsioni future su un possibile conflitto mondiale – sono riusciti a mettere in secondo piano quello che accade in America.

Trump non potrà più parlare
Donald Trump non potrà più parlare: lo ha deciso il tribunale (Ansa) – L’Intellettualedissidente.it

L’ex Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è stato infatti raggiunto da un ordine restrittivo da un giudice di New York piuttosto pesante e certamente clamoroso per un ex n°1 della Casa Bianca. Per via di tale provvedimento Donald Trump non potrà più parlare delle figure che sono coinvolte nel processo a suo carico. Ma vediamo che cosa sta succedendo.

Il candidato sotto processo

La situazione che attualmente sta sconvolgendo il Medio Oriente non è per nulla paragonabile a quella che sta avvenendo in America in questi mesi, ma anche negli States non scherzano in termini di instabilità politica. Se da un lato Joe Biden deve fare i conti con un progressivo calo della popolarità e con un Congresso che ostacola le sue politiche per la guerra in Ucraina, dall’altro nemmeno repubblicani se la passano bene. Donald Trump, infatti, è al centro di un nuovo processo e ora il giudice ha emanato nei suoi confronti un nuovo ordine restrittivo: non potrà attaccare testimoni e procura.

Trump non potrà più parlare
Il giudice ha deciso che non potrà più parlare del processo (Ansa) – L’Intellettualedissidente.it

Il leader dei Repubblicani e probabile, quanto scontato, candidato per le elezioni presidenziali dell’anno prossimo, ha ricevuto l’ordine restrittivo in occasione di uno dei processi a suo carico. Trump è infatti accusato di aver tentato di ribaltare il risultato delle elezioni del 2020, incoraggiando l’assalto della folla a Capitol Hill, dove ci furono anche dei morti tra manifestanti e polizia. Un vero e proprio colpo di Stato che aumentò in maniera esponenziale l’instabilità politica negli Stati Uniti. Per molti il processo sarà utilizzato da Trump per avere un’arma in più durante le elezioni e per questo non ha perso tempo nel giocare il ruolo della vittima, lesinando insulti ai suoi avversari politici.

Ma la giudice Tanya S. Chutkan ha deciso di emettere l’ordinanza per poter salvaguardare l’integrità del processo. Il diritto di parola per Trump, dunque, sarà limitato, ma solo per quanto riguarda ciò che ha a che fare con il processo. Dunque l’ex presidente degli Stati Uniti potrà comunque insultare i suoi avversari politici, come Joe Biden e i suoi vecchi alleati, come Mike Pence. Tuttavia, non potrà parlare del processo e proferire parole contro testimoni e procura.

Impostazioni privacy