Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Parigi non ha solo l’allarme cimici

Foto dell'autore

Gianluca Merla

La situazione in Francia diventa sempre più difficile, ma la difficoltà non sono tutte collegate all’allarme cimici

Vivere in Francia in quest’ultimo periodo non deve essere affatto facile. Se nelle ultime settimane l’allarme cimici è diventato un vero e proprio problema nazionale, adesso le cose si fanno ancora più serie.

Parigi non ha solo l'allarme cimici
In questo momento Parigi ha altro a cui pensare (Ansa) – L’intelelttualedissidente.it

Dal primo momento che ha seguito gli attacchi di Hamas in Israele, in Francia la tensione è stata subito altissima e il governo ha deciso di alzare al massimo il livello di allerta. Una tensione che si respira principalmente negli aeroporti e nei centri di grande aggregazione. Ecco che cosa sta succedendo.

Una paura costante

Attenzione costante e prevenzione prioritaria al massimo in Francia, dove a seguito del conflitto israelo-palestinese si temono nuovi attacchi terroristici. Il livello di allerta è stato ulteriormente aumentato dopo l’attacco terroristico ad Arras. Un cittadino russo-ceceno ha infatti assaltato la scuola “Gambetta-Carnot” uccidendo con alcune coltellate un insegnante dell’istituto. Una situazione che ha imposto il più alto livello di allerta nel Paese. In questo contesto di allarme, infatti, la Francia può ottenere una mobilitazione di risorse eccezionale per un illimitato limite di tempo. Questo vuol dire anche un numero di militari in azione su tutto il territorio nazionale.

Parigi non ha solo l'allarme cimici
La paura degli attentati in Francia è costante (Ansa) – L’intellettualedissidente.it

Una tensione che ha prodotto anche numerose evacuazioni nei punti più visitati e sensibili del Paese, in special modo a Parigi. Nella giornata di sabato, infatti, sia il Palazzo di Versailles, che il Museo del Louvre, che la stazione Gare de-Lyon di Parigi sono stati evacuati. A far scattare l’allarme sono state le sirene degli impianti di sicurezza, le quali hanno provocato non poca paura tra i turisti e i cittadini. Nelle stesse ore erano arrivate voci di possibili attentati al museo del Louvre, mentre al Palazzo di Versailles era stata segnalata una bomba. La stazione di Gare de Lyon, invece, è stata evacuata per via di una bottiglia sospetta.

Si moltiplicano intanto le manifestazioni pro-Palestina o anti-Israele in Francia che hanno impegnato non poco le forze dell’odine di Parigi. In Francia, infatti, il timore di attentati terroristici di matrice islamica è sempre più alto rispetto ad altri Paesi dell’Unione Europea per via di un maggior numero di cittadini di origini Mediorientali o di fede islamica. Tra gli attentati terroristici avvenuti in Europa nell’ultimo ventennio, infatti, i più sanguinosi hanno interessato soprattutto la Francia. Tra questi l’attentato al Bataclan del 2015, l’attacco alla sede di Charlie Hebdo, sempre nel 2015 e la strage di Nizza nel 2016.

Impostazioni privacy