Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Ali Qadi, una settimana fa uccideva civili, ora è morto

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Le operazioni delle forze speciali israeliane continuano e fanno una nuova vittima “eccellente”. Ora Ali Qadi è morto

Continua la guerra al confine tra Israele e la Striscia di Gaza. L’attacco terroristico di sabato mattina a Sud di Israele ha riacceso la fiamma di una vera e propria bomba ad orologeria che era pronta ad esplodere.

Ali Qadi è stato ucciso
L’esercito israeliano ha ucciso Ali Qadi (Ansa) – L’ntellettualedissidente.it

I carri armati e i soldati dell’esercito di Israele sono pronti ad entrare a Gaza, ma intanto continuano le azioni di bombardamento dell’artiglieria di Tel Aviv e le operazioni delle forze speciali che accrescono il numero di morti “eccellenti” tra le file di Hamas. L’esercito ha infatti fatto sapere di aver ucciso Ali Qadi, uno dei protagonisti del sanguinoso attentato di sabato.

L’esercito ha già ucciso Ali Qadi

Non si è fatta attendere la risposta di Israele al violento attacco di sabato che ha sconvolto il mondo intero. La fragilità di un Paese che sembrava impenetrabile è ora sotto gli occhi di tutti e, per questo, la reazione di Tel Aviv sarà probabilmente ancora più violenta. Nonostante le difficoltà nello stanare i responsabili del sanguinoso blitz di sabato, l’esercito israeliano ha fatto sapere di aver ucciso Ali Qadi, importante e pericoloso membro dell’organizzazione terroristica.

Ali Qadi è stato ucciso
Il comandante di Hamas è stato ucciso durante un raid aereo – L’intelletualedissdente.it

Il comunicato ufficiale delle forze israeliane ha fatto sapere di aver ucciso Qadi, il comandante di compagnia dell’unità d’élite di Hamas. Fu quindi uno dei capitani delle milizie e responsabili del massacro avvenuto sabato scorso. Ali Qadi avrebbe infatti guidato i suoi uomini durante uno degli attacchi ai villaggi presenti a Sud di Israele. Non è un nome nuovo per gli esperti e coloro che seguono le vicende legate alla questione israelo-palestinese. Nel 2005, infatti, Qadi fu catturato e accusato di omicidio e rapimento di civili israeliani. Qualche tempo dopo, però, venne rilasciato a seguito di uno scambio di prigionieri che coinvolse anche il soldato Gilad Shalit. Dunque un colpo duro alle milizie di Hamas, che possono comunque contare su numerosi uomini e proseliti armati.

Intanto continuano gli scontri e i bombardamenti da parte israeliana su Gaza. Hamas intanto fa sapere che 9 ostaggi rapiti in Israele, di cui 4 di origine straniera, sono morti a seguito dei raid condotti dall’esercito di Israele. Nelle ultime 24 ore, infatti, i bombardamenti di Tel Aviv si sono intensificati, forse in vista di un’imminente invasione di terra da parte delle truppe. Infine, Israele ha annunciato l’apertura di due itinerari sicuri che consentiranno alla popolazione civile palestinese di evacuare Gaza.

Impostazioni privacy