Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Mobbing sul luogo di lavoro? Ecco cosa fare per tutelarsi in ogni modo

Foto dell'autore

Lucia Guerra

Anche tu sei vittima di mobbing sul luogo di lavoro? Ecco cosa devi fare per tutelarti in ogni modo: tutto ciò finirà in un attimo!

Il mobbing, negli ultimi anni, sembra essere sempre più presente sul luogo di lavoro, ma difficilmente viene punito. Il motivo per cui coloro che lo esercitano riescono a farla franca, risiede nella paura di coloro che lo subiscono. Quest’ultimi, non avendo alcun tipo di appoggio, non riescono a denunciare e lo subiscono in silenzio, ammalandosi mentalmente.

cosa fare mobbing
Cosa fare in caso di mobbing (Intellettualedissidente.it)

Ma cosa si può fare per tutelarsi? Vediamo insieme alcuni consigli dettati dagli esperti: in questo modo si tornerà ad avere una vita lavorativa e privata molto serena e si ritornerà ad avere il sorriso sulle labbra.

Subisci mobbing sul luogo di lavoro? Ecco cosa devi fare per tutelarti in tutti i modi

Prima di capire cosa fare in caso di mobbing, bisogna capire cos’è questa condizione che negli ultimi anni è venuta fuori sempre più potente. La parola mobbing ha origini inglesi e significa letteralmente “molestare/assalire”. In ambito lavorativo, ovviamente, non si tratta di una molestia fisica (almeno si spera), ma di una mentale, che tende a portare l’individuo a dubitare di se stesso, delle sue capacità e di sentirsi sempre inferiore. Solitamente viene effettuato da persone che, al lavoro, hanno un compito maggiore, un ruolo più ‘importante’ di chi lo subisce.

Spesse volte la vittima cerca, in qualche modo, aiuto negli altri colleghi, ma il menefreghismo e la paura di subire lo stesso trattamento sono troppi e quindi non aiutano il diretto interessato, restando a guardare passivamente, ma diventando, a loro insaputa, colpevoli quanto i carnefici. Dunque, come potersi tutelare in questo caso? Cosa bisogna fare?

tutelarsi mobbing
Come tutelarsi dal mobbing al lavoro (Intellettualedissidente.it)

Per potersi tutelare, bisogna:

  • Parlare con un legale: la violenza psicologica è importante e va denunciata, quanto quella fisica. In questo caso parlarne con un legale, per intraprendere una denuncia o un enorme provvedimento nei confronti del carnefice, è la scelta giusta e la strada perfetta da intraprendere.
  • Rivolgersi a enti di supporto: in ogni città ve ne sono diversi, proprio per il lavoro, gestiti o consigliati dai sindacati. Nessuna persona deve subire questo trattamento, anche se si è, lavorativamente parlando, un gradino sotto.

In questo modo riusciremo ad avere un lavoro tranquillo, a recuperare le forze per affrontare al meglio il proprio lavoro e tornare a vivere serenamente.

Impostazioni privacy