Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Al Congresso americano di parla di Ufo, e sembra di essere in un set

Foto dell'autore

Maria Vittoria Ciocci

Fenomeni aerei anormali, astronavi aliene identificate. Il Congresso americano chiede al Governo maggiore trasparenza in merito.

Testimonianze che potrebbero trasformarsi nella trama perfetta per un film di Steven Spielberg, tuttavia in questo caso non ci troviamo in una sala cinematografica, bensì nella vita reale. L’iconico regista ha sviluppato una storia di amicizia tra un bambino ed un alieno, un epilogo che a quanto pare potrebbe rivelarsi più veritiero di quanto potessimo immaginare. Il Congresso americano chiede al Governo degli Stati Uniti maggiore trasparenza sui cosiddetti “fenomeni aerei anormali”, sostenendo che i vertici politici possiedano innumerevoli informazioni sulla questione, al momento top secret.

Congresso Ufo USA
Al Congresso americano si parla di “astronavi aliene” – foto: ansa – lientellettualedissidente.it

David Grusch, Ryan Graves e David Fravor hanno deciso di rischiare tutto in nome della verità, sia da un punto di vista strettamente professionale che privato. In particolare, Grusch ha sostenuto con convinzione che il Governo sia persino in possesso di “resti biologici non umani”, i quali confermerebbero una “visita” da parte delle creature aliene tanto amate dagli appassionati del genere fantascientifico. Non si tratta dunque del set di un prodotto hollywoodiano, bensì di racconti concreti di persone in carne ed ossa. I tre testimoni hanno raccontato la propria esperienza, rivelando di essere entrati in contatto con delle “astronavi aliene”. Il leader dei democratici – Chuck Schumer – è dalla loro parte.

Fenomeni aerei anomali e resti non umani: il Congresso chiede maggiore trasparenza

Chuck Shumer ha recentemente introdotto un particolare emendamento, volto a garantire la trasparenza del Governo degli Stati Uniti in riferimento agli avvistamenti degli Ufo. Il National Defense Authorization Act prevede che i vertici politici rendano pubblici tutti i documenti in riferimento ai suddetti fenomeni anomali. Secondo Graves non si tratta di casi isolati, bensì di esperienze quotidiane: “I piloti militari e di aerei commerciali sono spesso testimoni di tali fenomeni” – sono state le parole dell’ex pilota della Marina. Egli ha raccontato di aver visto un enorme oggetto volare sul pelo dell’acqua nel 2014, fenomeno avvenuto durante un volo di routine. L’incontro ravvicinato del terzo tipo è stato poi reso pubblico dal Pentagono.

Ryan Graves
La testimonianza di Ryan Graves: fenomeni aerei anormali – foto: ansa – lintellettualedissidente.it

L’anno scorso il numero di avvistamenti “anomali” denunciati corrisponde a seicento, un numero che sicuramente supera di gran lunga i casi simili resi pubblici dalla cronaca internazionale. Si tratta di testimonianze che attendono di ricevere credibilità o – per lo meno – il semplice beneficio del dubbio. “Scopriremo quello che è stato insabbiato” – sostiene con decisione il deputato repubblicano Tim Burchett. “Dal 2021, tutti i video sugli aerei UAP sono classificati come segreti” – la testimonianza di Ryan Graves – ” L’oggetto, descritto come un cubo di colore grigio scuro o nero all’interno di una sfera trasparente, si avvicinò a soli 50 piedi dal velivolo principale”.

Il racconto di Fravor è ancora più impressionante: “Un piccolo oggetto a forma di tic-tac bianco che si muoveva molto rapidamente sopra l’acqua, come una pallina da ping pong” – ed ha dunque concluso: “Mentre dirigevamo l’aereo verso l’oggetto questo ha accelerato ed è scomparso”. L’ex pilota ha sottolineato di come questo misterioso velivolo risultasse incredibilmente veloce. La diffusione di tali informazioni ha l’obiettivo di sensibilizzare il Governo circa la consapevolezza collettiva.

Impostazioni privacy