Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Aumento delle pensioni minime, ecco a quanto ammonterà: spuntano le cifre

Foto dell'autore

Daniele Orlandi

Tra le possibili novità del pacchetto pensioni per il 2024 potrebbe esserci l’aumento delle minime. In caso di conferma, quanti soldi si riceveranno in più?

Il tema caldo delle pensioni è tra quelli maggiormente discussi in queste settimane, in vista di quelle che potrebbero essere le decisioni del governo in tal senso. E si sta sentendo spesso parlare di ‘pacchetto pensioni’ ovvero dell’insieme di norme che verranno inserite nella legge di Bilancio 2024 rivolte sia a categorie di lavoratori che potrebbero usufruire della pensione anticipata, sia delle pensioni minime.

Pacchetto pensioni, le novità per il 2024
Pensioni minime, cosa potrebbe cambiare nel 2024 (lintellettualedissidente.it)

Essendo ormai certo che non potrà essere costruita una vera e propria riforma delle pensioni ci si prepara a rinnovare specifiche misure come Quota 103, Ape Sociale e Opzione Donna, con un budget individuato pari a circa 2 miliardi di euro. Ma queste risorse verranno molto probabilmente impiegate anche per migliorare le pensioni di invalidità e per un ulteriore ritocco alle minime, già aumentate nel corso del 2023.

Pacchetto pensioni, molte novità in vista per il 2024. Attenzione alle anticipate e alle minime

Per quanto riguarda Quota 103 si prevede una proroga con i medesimi requisiti richiesti nel 2023 ovvero 62 anni di età e 41 di contributi. In questo caso le risorse impiegate saranno quelle risparmiate nel corso di quest’anno. L’Ape sociale verrà ugualmente prorogata e probabilmente estesa anche a nuove categorie di lavoratori: l’anticipo pensionistico che accompagna, tutelandoli, i lavoratori fragili alla pensione vera e propria dovrebbe restare identico nei requisiti ovvero 63 anni di età e 30 di contributi.

Rinnovo di ape sociale, quota 103 e opzione donna
Le misure per la pensione anticipata che potrebbero essere rinnovate (lintellettualedissidente.it)

Per quanto riguarda Opzione Donna si ipotizza un ritorno alle regole del 2022 che consentivano ad una più ampia platea di lavoratrici di sfruttare questa misura per la pensione anticipata. Potrebbero essere modificati anche alcuni dei requisiti.

Nuovo ritocco all’insù per le pensioni minime

Passiamo invece alla pensioni minime: la maggioranza avrebbe a tal proposito raggiunto un accordo per un ulteriore aumento che potrebbe portarle al di sopra dei 600 euro mensili. Forza Italia spinge da tempo per arrivare entro la fine della legislatura ai 1000 euro al mese ed è anche questa ‘pressione’ interna ad aver spinto l’esecutivo alla possibilità di prevedere una rivalutazione straordinaria delle minime degli over 75 che potrebbero toccare i 670 euro.

Per quanto riguarda le pensioni di invalidità, grazie a una risoluzione approvata negli scorsi mesi, potrebbe essere presa in considerazione la possibilità di aumentarle. Occorrerà capire quali saranno a tal proposito le risorse disponibili.

Impostazioni privacy