Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Se sapessi come vengono preparati non mangeresti mai questi alimenti: li consumiamo quotidianamente

Foto dell'autore

Veronica Caliandro

Se sapeste come vengono preparati alcuni alimenti molto probabilmente non li mangereste più. Verità sconcertante.

Un’alimentazione sana richiede il dover stare attenti anche al tipo di lavorazione che vi è dietro ai cibi che mangiamo. In particolare di alcuni prodotti che non mangeresti se sapessi come vengono preparati.

Cibi che non mangeresti se sapessi come vengono preparati
Cibi che non mangeresti se sapessi come vengono preparati (lintellettualedissidente.it)

L’alimentazione ricopre un ruolo importantissimo nella nostra vita. Questo perché ci permette di attingere alle varie risorse nutritive ed energetiche di cui necessitiamo per affrontare nel migliore dei modi i vari impegni quotidiani.

Data la sua importanza, pertanto, è bene stare sempre molto attenti agli alimenti che assumiamo e alla loro lavorazione. In particolare, interesserà sapere, ci sono diversi prodotti che molto probabilmente non mangeresti più se sapessi come vengono preparati. Ecco quali sono.

Se sapessi come vengono preparati non mangeresti mai questi alimenti, li consumiamo quotidianamente: verità sconcertante

Svolgere attività fisica e una corretta alimentazione sono fondamentali per il nostro benessere psicofisico. Per questo motivo è fondamentale prestare attenzione alle caratteristiche degli alimenti che mangiamo, onde evitare spiacevoli sorprese. Ne sono un chiaro esempio diversi prodotti da fast food realizzati con carne di bassa qualità. Gli hot dog, ad esempio, sono realizzati con miscugli di scarti e ritagli ottenuti da pezzi più grandi di vari tipi di animali, come polli, maiali e mucche.

Cibi che non mangeresti se sapessi come vengono preparati
Cibi che non mangeresti se sapessi come vengono preparati (lintellettualedissidente.it)

Meno costa l’hot dog, più alta è la probabilità che la carne sia stata separata meccanicamente. Ovvero che sia stato utilizzato un processo grazie a cui si ottiene una purea dai resti della macellazione, compreso pelle, cartilagini e grasso. Attenti anche al pane utilizzato per gli hot dog e gli hamburger che contengono molto spesso additivi e conservanti tutt’altro che salutari. Se tutto questo non bastasse, in molti fast food l’olio per la cottura viene riutilizzato più volte per diversi giorni, prima di essere sostituito. Occhio inoltre alle crocchette di pollo che molto spesso non sono realizzate del tutto con questo tipo di cane.

Bensì presentano un mix di grassi, zuccheri, nervi, sale e anche pollo. Ovviamente non bisogna demonizzare il mondo dei fast food, l’importante è rivolgersi ad aziende serie e affidabili per evitare problemi. Allo stesso modo è importante stare attenti anche al cibo che ogni giorno mettiamo in tavola.

Le fragole, ad esempio, risultano spesso piene di pesticidi. Per questo motivo il consiglio è di preferire fragole biologiche, possibilmente a chilometro zero. Attenti anche a diversi prodotti surgelati, come le lasagne. Anche in tal caso può capitare di imbattersi in carne ottenuta grazie agli scarti.

Impostazioni privacy