Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Scatti d’ira? Niente panico, si possono controllare: ecco le tecniche per gestire le tue emozioni al meglio

Foto dell'autore

Danila Franzone

Provare rabbia nelle situazioni di tutti i giorni non fa bene ne alla psiche né alla salute. Scopri come combattere quest’emozione negativa.

La vita di tutti i giorni è così frenetica da portarci a vivere spesso ben più di un’emozione contemporaneamente e tutto senza avere il tempo necessario per metabolizzarle. Ciò può risultare ancor più difficile quando tra quelle provate ce ne sono di negative come, ad esempio, la rabbia.

come controllare gli scatti d'ira
Come imparare a controllare la rabbia – lintellettualedissidente.it

Riuscire a controllare l’impetuosità data da uno scatto d’ira è infatti complicato e richiede una certa calma interiore che mal si sposa con la rabbia. La buona notizia è che lavorando d’anticipo su questo aspetto si può ottenere molto e arrivare a cambiare in meglio il proprio modo di reagire.

Come controllare la rabbia con pochi e semplici esercizi

Quando si provano sentimenti negativi è sempre bene non trattenerli, ma viverli in pieno al fine di metabolizzarli, comprenderli e archiviarli. Nel caso della rabbia, però, se questa si presenta quando si è tra la gente, può essere meglio agire diversamente.

come controllare la rabbia
Gli esercizi di aiuto per domare gli scatti d’ira – lintellettualedissidente.it

Avere uno scatto d’ira al lavoro o tra familiari e amici infatti non è mai piacevole e può portare a dire o fare cose delle quali pentirsi in seguito. In questi casi è bene accettare il sentimento e ragionarci su ma agendo in primis per contenerlo. Per farlo possono tornare utili alcuni esercizi che, tra le altre cose, sono anche in grado di migliorare la qualità della vita.

Respirare

La prima tecnica da acquisire è quella del respiro. Se ben eseguito, infatti, aiuta a contenere la rabbia e persino a domarla fino a farla svanire. Ciò succede perché mentre si respira si è in grado di ragionare meglio e di lavorare quindi sul problema che ha dato origine al sentimento indesiderato.

Concentrarsi sul presente

Spesso la rabbia esplode perché si vive una sensazione di malessere generale e per lo più rivolta al passato. Così, al primo ostacolo ci si sente frustrati al punto da sentirla emergere. Pensare al presente e agire sul passato quando si ha tempo per dedicarcisi migliorerà di certo le cose.

Lavorare su di sé

Come già accennato, lavorare su se stessi è il miglior modo per combattere la rabbia. Farlo aiuta infatti a comprendere cosa c’è che non va e cosa si può fare per cambiare le cose. Inoltre, meditando, andando in terapia e praticando tecniche di rilassamento si può cambiare del tutto prospettiva di vita. Cosa che spesso è decisamente risolutiva.

Praticare la gratitudine

Imparare ad essere grati aiuta a capire quante cose belle ci sono nella vita e riduce l’impatto di quelle negative.

Come contrastare la rabbia
Praticare la gratitudine è importante per tenere lontana la negatività – lintellettualedissidente.it

Ciò aiuta a riflettere meglio sul presente e a sentirsi grati anche per i tanti piccoli tesori che una visione pessimistica della vita ci impedisce di vedere. Una pratica che vale la pena annotare su un diario per agire al meglio ed essere sempre consapevoli di tutte le cose belle della vita.

Circondarsi di persone belle

Avere intorno persone che siano felici e grate alla vita è sicuramente un buon modo per godere al meglio della stessa e per imparare a vedere le cose in modo diverso. Ciò aiuterà ad alleggerire l’animo e a fronteggiare al meglio eventuali attacchi di rabbia.

In conclusione, possiamo dire che combattere tale emozione non è semplice per nessuno. Agendo nel modo corretto e con le giuste tecniche è però possibile cambiare gradualmente le cose fino a scoprire di non provare quasi più questo sentimento.

Impostazioni privacy