Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

“Non scrivere, cerca un contatto fisico”: questa e altre 3 sono le cose che ti servono per essere davvero felice

Foto dell'autore

Guendalina Bonito

Per stare bene basterebbero quattro abitudini sane, provare per credere ed essere più felici: lo dicono gli esperti

Non sempre essere felici è un qualcosa di scontato e di tutti. In realtà, forse nessuno è davvero felice di ciò che ha, la differenza con chi sembra non soffrire molto per questa condizione sta nell’essere soddisfatti, nell’accettare il presente, evitando di fare tutto in funzione di un futuro non così scontato.

psicologia per stare bene
Le abitudini per essere felici – lintelettualedissidente.it

Infatti bisognerebbe sempre concentrarsi sul “qui e ora” per vivere e godere appieno di ciò che si ha, non apprezzare quello che si ha oggi, pensando di poter avere il doppio domani, è la mossa sbagliata, che apre la strada ad una vita ricca di insoddisfazioni e manifestazione di frustrazione profonda.

Quattro aspetti da non sottovalutare per stare bene con sé stessi e sentirsi più felici

Alla base della felicità ci sarebbe un rituale di quattro abitudini per stare bene con sé stessi e vivere la vita in felicità. A esporre questa teoria, il neuro scienziato americano Alex Korb che punta a questi quattro fattori: chiedersi per quale motivo si è grati oggi, cercare di dare un nome alle emozioni negative, prendere una decisione ed evitare di scrivere, piuttosto creare un contatto fisico.

Stare bene osicologicamente
Le abitudini per essere felici – lintelettualedissidente.it

Partendo dal domandarsi per quale fattore si sia felici oggi si riesce a risvegliare o comunque costruire il senso di gratitudine, che troppo spesso manca o comunque viene meno. Si tende a essere ansiosi e infelici, ma andando ad analizzare – soffermandosi in riflessione – gli aspetti positivi e non scontati della vita, si proverebbe un immediato senso di benessere fisico.

Per ridurre un’emozione negativa bisognerebbe, poi, dare ad essa un nome. Questo meccanismo, secondo l’esperto di neuroscienze darebbe la possibilità di inibire gli aspetti negativi dell’emozione stessa, andando a definire con parole non generiche un malessere.

Prendere una decisione e creare un contatto fisico

Per essere felici può essere d’aiuto prendere una decisione. Questo fattore riduce lo stress, aiuta il nostro corpo ad adattarsi, ci fa avere obiettivi da perseguire.

Prendere una decisione non significa voler essere perfezionisti al cento per cento, una condizione questa, che finisce per generare maggiore stress, significa quanto meno riuscire a dare i margini ad una soluzione accettabile che possa comunque farci stare meglio.

Per stare bene, bisogna stimolare l’organismo a rilasciare ossitocina. Per farlo, è necessario il contatto fisico. Ovviamente in una relazione, anziché scrivere, meglio agire fisicamente per poter godere di una sensazione di benessere e tranquillità.

Anche nei rapporti più formali, va bene una stretta di mano, un contatto anche minimo di qualsiasi genere. Questo aspetto contribuisce alla maturazione di fiducia e miglioramento delle performance anche a lavoro.

Impostazioni privacy