Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Incubi, perché si verificano? La scienza dà una risposta che nessuno si aspettava

Foto dell'autore

Giulia Belotti

Esperienze oniriche spaventose, gli incubi possono capitare a tutti e a qualsiasi età. Ecco però cosa li scatena e quali sono le cause

A chi non è mai capitato di svegliarsi di soprassalto, nel cuore della notte, tirando un sospiro di sollievo poiché ciò che ci stava facendo preoccupare era solo un incubo e non la realtà? Gli incubi sono esperienze davvero negative, che possono influenzare il normale decorso del sonno e quindi la sua funzione riposante. Ecco perché accadono e cosa li scatena.

Incubi, ecco perché si verificano
Ecco perché si verificano gli incubi: parla la scienza (litellettualedissidente.it)

Innanzitutto, è bene spiegare che gli incubi sono sogni che provocano ansia, terrore e panico e si distinguono dagli altri sogni per la loro natura ansiogena che, anche al risveglio, lascia in chi li ha fatti una sensazione spiacevole. Sono varie le cause che possono scatenarli: ecco quelle più frequenti.

Incubi durante il sonno: tutte le possibili cause

Innanzitutto, un periodo di ansia e di stress può favorire gli incubi durante la notte. Lo stesso vale per un trauma recente, come un lutto o una notizia negativa: in questo caso, non ci si deve preoccupare molto poiché con l passare del tempo miglioreranno anche i sogni. Anche  traumi subiti in passato come abusi o incidenti possono però influire sul sonno e, soprattutto, sulla probabilità di avere degli incubi: si tratta di una forma di elaborazione emotiva di quanto è accaduto.

Incubi, ecco perché si verificano
Ecco perché si verificano gli incubi: parla la scienza (litellettualedissidente.it)

Alcuni disturbi del sonno, poi, possono favorire gli incubi. Si tratta ad esempio dell’insonnia o del disturbo da incubo, chiamato anche parasonnia. Ovviamente anche l’uso di determinati farmaci o di specifiche sostanze può causare incubi: alcuni antidepressivi, per esempio, favoriscono i sogni negativi, così come quelli per il trattamento dell’insonnia e alcune droghe.

Ci sono poi anche fattori neurologici e biologici, come l’epilessia o il disturbo da stress post-traumatico, noti per aumentare la probabilità di incubi. Le alterazioni nella chimica del cervello, infatti, regolano il sonno e i sogni e possono quindi scatenare queste reazioni spiacevoli. Allo stesso modo, anche l’alimentazione e la digestione influiscono, soprattutto se si consumano determinati alimenti prima di andare a letto.

Per gestire gli incubi, si consiglia di cercare di individuare la causa: se si tratta di un periodo stressante, si può cercare di calmare la situazione e provare a effettuare degli esercizi di respirazione e di rilassamento. In caso di farmaci, invece, è bene rivolgersi al proprio medico per esporre il problema e chiedere, nel caso, un’altra terapia.

Impostazioni privacy