Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

I Rolex al polso di presidenti, esploratori e attori di successo: eventi e drammi intorno al marchio più famoso di sempre

Foto dell'autore

Simone Scalas

Gli orologi Rolex hanno avuto un posto di rilievo nella storia mondiale, non come strumenti per misurare il tempo ma come elementi che sancivano uno status di potere. I leader di ogni campo li hanno utilizzati, questi orologi erano presenti ogni volta che si verificava un cambiamento epocale.

I presidenti e i leader delle nazioni hanno indossato i Rolex perché davano un’immagine di autorità e potere. Non sono stati utili solo per segnare il tempo, quanto per segnare la leadership. Eisenhower, trentaquattresimo Presidente americano, in carica dal 1953 fino al 1961, indossava il Rolex Datejust quando fece il famoso Farewell Address, il suo discorso di addio alla nazione.

Winston Churchill, primo ministro britannico durante la Seconda Guerra Mondiale, aveva al polso un Rolex. E forse pochi lo sanno. Probabilmente lo aveva quando fece il discorso sulla difesa del territorio dall’attacco dei nazisti, intitolato Combatteremo nelle spiagge. Vladimir Putin indossa i modelli Day-Date e Submanier che sono i suoi preferiti. Ci sono in rete delle foto che lo ritraggono con questi Rolex al polso. Margareth Thatcher non aveva mai posseduto un Rolex prima di entrare in politica e non li ha più indossati una volta andata in pensione. Ma durante la sua ascesa e la sua carriera ai vertici, il Rolex era sempre al suo polso. Eccentricità o scaramanzia? Nessuno dei due. Ma un solo messaggio chiaro. Leadership.

Per sentirsi sicuri in pubblico

I Rolex al polso di presidenti, esploratori e attori di successo? Non ci sono dubbi. Sono simboli di successo, eleganza, prestigio. È ovvio che su un Red Carpet, un attore che si appresta a ricevere un premio importante, abbia questi orologi con sé. Paul Newman è stato il testimonial storico e principale della Maison. Il suo Rolex Daytona è diventato Paul Newman Daytona. Quello regalatogli dalla moglie è stato oggetto di mistero. Venduto all’asta per somme folli, è scomparso, per poi ricomparire molti anni dopo in un’altra asta, in cui un collezionista milionario se lo è assicurato definitivamente. Sylvester Stallone li colleziona, Charlize Theron li indossa alle premiazioni, Tom Hardy e Michael Fassbender sono cultori. Non può mancare James Bond. Daniel Craig possiede vari Submaniner che sarebbero i suoi modelli Rolex preferiti.

I Rolex al polso di presidenti, esploratori e attori di successo: i momenti drammatici

Nei momenti peggiori, gli anni del cambiamento e dei conflitti, gli orologi Rolex erano lì a testimoniare quanto accadeva. Molti soldati e piloti hanno indossato un Rolex come autentico portafortuna. In guerra, durante le operazioni di soccorso e per le emergenze umanitarie, era possibile vedere persone che si tenevano strette il proprio orologio, come se ne andasse della loro vita. Ora vediamo questo marchio come simbolo di opulenza e benessere, ma all’epoca era un ricordo di un famigliare, un capitale da difendere, un regalo da portare sempre appresso. Questo marchio ha attraversato periodi storici incredibili al polso delle persone comuni che lo amavano.

Anche degli esploratori. Sir Edmund Hillary, primo uomo a raggiungere la vetta dell’Everest, indossava un Rolex Oyster Perpetual. Jacques Piccard, che nel 1960 esplorò le profondità del Pacifico, indossava un Rolex Deep Sea Special. Thor Heyerdahl, Sir Ranulph Fiennes, Reinhold Messner, avevano tutti al polso un Rolex durante il compimento delle loro imprese. È per questo che il marchio è diventato inossidabile. Ovunque ci sia stato un avvenimento importante, Rolex c’era. Il marchio continua a rimanere oggi un sogno per milioni di persone che amano essere protagonisti e raggiungere risultati importanti con personalità e carisma.

Impostazioni privacy