Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Hai il fegato grasso? Ecco i sintomi e cosa mangiare per depurarlo

Foto dell'autore

Valentina Trogu

Un’alimentazione poco sana o un eccesso di farmaci possono rovinare il fegato. Scopriamo come depurarlo e ritrovare la salute.

Il fegato è un organo importante per il nostro corpo e svolge numerose funzioni. Se si intossica, però, può causare seri problemi.

Come depurare il fegato
Il fegato è grasso? Come depurarlo (Lintellettualedissidente.it)

Il fegato riveste principalmente funzioni metaboliche. Produce la bile e agevola la trasformazione degli alimenti assorbiti tramite l’emulsione dei grassi e la sintesi del colesterolo e dei trigliceridi. Se i trigliceridi si accumulano nelle cellule del fegato si andrà incontro alla steatosi ossia fegato grasso. Solitamente tale condizione non dà sintomi e non è patologia ma si può evolvere in infiammazione e fibrosi con conseguente sviluppo di cirrosi epatica.

Significa che il fegato grasso va depurato con una dieta equilibrata e regolare attività fisica. Con il giusto impegno si potrà depurare l’organo in pochi giorni seguendo i giusti consigli.

Sintomi del fegato grasso e rimedi depurativi

Se il fegato è intossicato lancia dei campanelli d’allarme che dobbiamo essere in grado di cogliere. La lingua ingrossata al risveglio, fatica a digerire dopo i pasti, mal di testa inspiegabile nel corso della giornata, alitosi, gonfiore addominale, difficoltà a perdere peso, stanchezza e problemi alla pelle sono i sintomi più comuni.

L'alimentazione per depurare il fegato
L’alimentazione per depurare il fegato grasso (Lintellettualedissidente.it)

Per depurarsi occorre smettere con l’alcool e limitare il consumo di zuccheri, farina 00 e cibi raffinati. Bisogna, poi, ridurre il consumo di insaccati, burro, condimenti grassi, spezie dal forte sapore. Il fegato si depura bevendo molta acqua specialmente al mattino, preferibilmente calda e con limone ricco di antiossidanti.

Si consiglia di assumere molte fibre e vitamine del gruppo B. L’olio extra vergine di oliva è concesso così come un aiuto importante nella depurazione è dato dall’aglio. L’alimentazione deve essere ricca anche di verdure a foglia verde come spinaci, broccoli, asparagi, rucola e di carciofi, pomodori, cavolfiore e barbabietola.

Una funzione depurativa l’hanno anche le mele, i mirtilli, l’ananas, l’avocado, le noci e il tè verde. Da provare i centrifugati a base di carote, zenzero, mela e limone, mela e melograno o pera e menta. Ottime soluzioni depurative per il fegato anche il succo di pompelmo e le tisane al carciofo, liquirizia, radice di tarassaco e bucce di limone bio. Da non dimenticare l’azione benefica dell’Omega 3 da assumere preferibilmente tramite alici e olio di fegato di merluzzo.

Il caffè si può bere dato che diversi studi hanno confermato l’effetto positivo che ha sul fegato. Da eliminare totalmente, invece, il fumo.

Seguendo queste indicazioni si riuscirà a depurare il fegato in breve tempo in modo naturale.

Impostazioni privacy