Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

500 americani sono in trappola a Gaza

Foto dell'autore

Gianluca Merla

L’allarme lanciato dal presidente Biden per evitare che vengano massacrati civili innocenti: “Israele prende iniziative da sola”

Il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha parlato del conflitto in Israele e in Palestina durante la conferenza stampa alla Casa Bianca.

500 americani sono in trappola a Gaza
Biden ha parlato in conferenza stampa (ansa) – L’intellettualedissidente.it

Preso atto di quanto stia succedendo all’interno della Striscia di Gaza, Biden ha voluto rinnovare il sostegno degli Stati Uniti ad Israele, suo storico alleato, pur rimarcando la necessità di proteggere i civili. Non un sostegno incondizionato quello di Biden, dunque, che dovrà fare i conti anche con la necessità di far uscire i 500 americani in trappola a Gaza.

“Evitare la morte dei civili è la priorità”

Le parole di sostegno degli Usa nei confronti di Israele, ma anche di preoccupazione per i civili sotto le bombe, rappresentano l’attuale posizione diplomatica dell’America. Il presidente americano non ha infatti intenzione di sbilanciarsi troppo e, pur rimarcando il fatto che gli Stati Uniti sono al fianco di Tel Aviv, ha speso parole per la tutela dei civili in Palestina. D’altronde, nel Paese è presente un’enorme comunità ebraica, ma anche una sempre crescente presenza islamica che non può essere ignorata.

500 americani sono in trappola a Gaza
A Gaza sono intrappolati circa 500 cittadini americani (ansa) – L’intellettualedissidente.it

Biden ha quindi voluto esprimere una posizione di equilibrio senza sbilanciare troppo il ruolo degli Stati Uniti in Medio Oriente. “Israele ha il diritto di difendersi – ha detto – e noi gli daremo gli strumenti necessari per farlo“. Inoltre, ha aggiunto che Hamas non rappresenta il popolo palestinese, vittima di questa guerra, e che Israele dovrà in ogni modo rispettare le “leggi di guerra”. Questo significa meno morti tra i civili e bombardamenti mirati che siano indirizzati solo su postazioni militari nemiche. “Israele deve fare tutto ciò che è in suo potere – ha affermato Biden – per proteggere i civili innocenti“. Un modo per sostenere Israele, senza però condannare la popolazione araba.

D’altronde, la presenza americana in Medio Oriente è un dato di fatto e le due portaerei presenti nel Mediterraneo orientale nel Persico sono già entrate in azione. Ad ogni modo, Biden pone ancora una volta l’accento sui civili. D’altronde, una delle priorità dell’amministrazione statunitense è anche quella di evacuare gli oltre 500 americani attualmente intrappolati nella Striscia di Gaza. E ribadisce che “Sono gli israeliani a prendere le loro decisioni”. Ogni giorno, infatti, Hamas riferisce la morte di alcuni ostaggi proprio a causa dei bombardamenti israeliani. Una situazione che dimostra la complessità delle operazioni in atto.

Impostazioni privacy