Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Ecco la classifica delle province d’Italia dove si risparmiano più soldi del reddito disponibile mensile

Foto dell'autore

Stefano Vozza

Riuscire a far quadrare i conti ogni mese è diventato allo stesso tempo una sfida e una necessità. I prezzi di beni e servizi sono letteralmente esplosi negli untimi 2 anni, mentre le entrate hanno arrancato nel loro stare dietro al carovita. Morale, se andare in pareggio è arduo figuriamoci restare in attivo a fine mese.

Malgrado ciò la propensione marginale degli italiani non è andata in soffitta da Nord a Sud della Penisola. Lo certifica l’ultima indagine del Centro Studi Tagliacarne che ha redatto la classifica delle Province in base al parametro risparmio nel 2022. Vediamola brevemente, dunque ecco la classifica delle Province d’Italia dove si risparmiano più soldi del reddito disponibile mensile.

Quali sono le principali funzioni della moneta?

Risparmiare è insieme una virtù e una mission. Non spendere tutto il reddito disponibile oggi, infatti, non è (eccezioni escluse) un atto di tirchieria ma una necessità umana. Perché?

In qualunque era umana e in qualsiasi angolo del Mondo, la moneta, in tutte le sue forme, assolve ad alcune precise funzioni:

  • è un’unità di conto, nel senso che è una unità di misura utilizzata per dare un valore economico, ossia un prezzo, a beni e servizi;
  • è un mezzo di scambio, lo strumento grazie al quale acquisire beni e servizi;
  • è un mezzo di pagamento, dato che tutti l’accettano e nel cui valore in essi tutti confidano (corso legale);
  • riserva di valore, in quanto la parte di reddito non spesa oggi è rimandata al futuro. In altri termini è la prima forma di (auto) assicurazione contro gli imprevisti della vita. Tuttavia, occhio agli effetti nefasti dell’inflazione sul lungo termine.

Ecco la classifica delle Province d’Italia dove si risparmiano più soldi del reddito disponibile mensile

Vediamo ora la classifica stilata dal Centro Studi Tagliacarne delle Province con la maggiore e minore propensione al risparmio. Nei primi 15 posti troviamo:

  • Biella: 15,4%;
  • Vercelli: 13,8%;
  • Asti: 13,1%;
  • Modena: 12,6%;
  • Varese: 12,4%;
  • Alessandria: 12,3%;
  • Pavia: 12,1%;
  • Novara: 11,8%;
  • Piacenza: 11,8%;
  • Cremona: 11,6%;
  • Genova: 11,2%;
  • Milano: 11,1%;
  • Cuneo: 11,0%;
  • Como: 11,0%;
  • Lodi: 10,9%.

Al 20° posto incontriamo Avellino (10,2%), al 25° Potenza (9,5%), al 30° posto Mantova (9,1%), al 35° L’Aquila (8,7%) e al 40° la Valle d’Aosta (8,3%). Ancora oltre, alla 50°, 60°, 78°, 84°, 90° e 100° posizione troviamo (nell’ordine) Pistoia (7,7%), Roma (7,3%), Napoli (6,6%), Pescara (6,3%), Bari (6,2%) e Palermo (5,2%). Le ultime tre Province classificate, infine, sono Siracusa, Crotone e Ragusa, tute al 4,6%. Il valore medio nazionale, invece, è pari all’8,4%.

Impostazioni privacy