Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Dormire con la porta aperta o chiusa? Ecco cosa dicono gli esperti

Foto dell'autore

Maria Grazia Verderame

Dormire con la porta aperta fa male alla salute? Ecco cosa dicono gli esperti e se è meglio chiudere sempre la porta la notte.

Quando si dorme ognuno ha le sue abitudini. C’è chi spegne la luce, c’è chi la tiene accesa perché ha paura del buio. C’è chi chiude la porta e c’è chi la tiene socchiusa o addirittura spalancata. A volte le abitudini possono cambiare in base alla stagione in cui ci troviamo, ma differiscono comunque da persona a persona. L’usanza della porta chiusa è molto interessante, perché la maggior parte la chiude.

dormire con la porta aperta o chiusa?
Come è meglio dormire? Porta aperta o chiusa? Ecco la maniera corretta lintellettualedissidente.it

Eppure c’è soltanto un modo corretto tra le due opzioni. Chiusa o aperta? Gli esperti hanno spiegato qual è il modo giusto e hanno spiegato anche il perché. Un modo anziché un altro può, infatti, influire perfino sulla qualità del nostro sonno. Ma cosa hanno stabilito gli esperti sul modo in cui si tiene la porta della camera? Vediamo qual è il modo più corretto di dormire e se state sbagliando.

Porta chiusa o aperta la notte? Ecco qual è il modo più corretto per dormire

Come detto precedentemente, molte persone tendono a chiudere la porta della camera da letto per diversi motivi. Innanzitutto è una questione di privacy, specie se non si è soli in casa. In secondo luogo chiudere la porta significa isolare anche dal punto di vista acustico e termico. Durante l’inverno chiudiamo la porta per non disperdere calore, in estate lo facciamo per il motivo opposto. Ma sbagliamo o facciamo correttamente?

Porta aperta o chiusa?
Cosa dicono gli esperti? Meglio dormire con la porta aperta lintellettualedissidente.it

Secondo gli esperti tenere la porta chiusa della stanza da letto non è mai una buona abitudine. Il motivo è semplice. Chiudere la stanza significa non permettere all’aria di circolare e dunque non ci permette di riposare bene. Inoltre, causa umidità e dunque favorisce la crescita di muffe e batteri. Un altro problema è quello della polvere e il rischio di favorire attacchi di asma e allergie.

Dunque fareste bene a correggere le proprie abitudini, secondo gli esperti. Per favorire un po’ di privacy, si consiglia di montare una tenda sulla porta. Questo permette di far passare aria senza che gli altri vedano cosa accade dietro la stanza. Un altro consiglio è acquistare delle piante che puliscano l’aria e tutte le sostanze inquinanti, come la lavanda, che conferisce un profumo rilassante.

Impostazioni privacy