Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Che cos’è il Respirianesimo e perché Michelle Pfeiffer ne faceva parte: i problemi delle star con le loro credenze

Foto dell'autore

Simone Scalas

Ci sono momenti della vita in cui sentiamo di avere bisogno di qualcosa che ci manca. A livello spirituale o materiale. Può essere la presenza di un guru oppure di una cerchia di amici che ci capiscono. Quando si tratta delle star, questi momenti vengono affrontati con l’aiuto della religione. Ma non di quelle tradizionali.

Il Respirianesimo è una pratica che sostiene la possibilità di vivere senza consumare cibo solido o liquidi ma assumendo solamente energia pranica, cioè l’aria respirata. Secondo i suoi sostenitori, attraverso la respirazione consapevole e altri processi energetici, gli individui possono ottenere tutti i nutrienti di cui il corpo ha bisogno. La comunità scientifica considera queste pratiche estreme e potenzialmente pericolose per la salute umana.

L’assunzione di cibo e di liquidi è essenziale per fornire al corpo umano i nutrienti necessari per un corretto funzionamento. Negare questo può portare a grossi problemi di salute, compresa la denutrizione, la disidratazione e la morte prematura. Il Respirianesimo non ha un ideatore unico, ma è un concetto che è emerso negli anni da varie influenze culturali, spirituali e pseudoscientifiche. Ci sono stati poi degli individui che si sono preoccupati di diffondere queste idee, come per esempio Jasmuheen, cioè Ellen Greve, figura nota in questi ambienti, che ha scritto molti libri e condotto seminari sull’argomento

Personaggi che cercano la fama

Che cos’è il Respirianesimo? È una pratica che gli adepti seguono cercando di vivere senza consumare cibi solidi o liquidi. La nota star di Hollywood Michel Pfeiffer ha parlato apertamente della sua esperienza che l’ha portata alla privazione di cibo e di sonno. Non ha menzionato espressamente il Respirianesimo, ma la sua testimonianza ha sollevato numerosi dubbi circa il suo coinvolgimento con questo gruppo. Non è l’unica star ad aver aderito a queste idee.

Per esempio, Guru Jagat, insegnante di yoga e leader spirituale avrebbe esplorato le idee del Respirianesimo. I risultati per quanto riguarda le varie star che si sono prodigate sarebbero stati deludenti. Avrebbero creato molto scetticismo ed è per questo che alla fine la diffusione di questi ideali sarebbe stata limitata. Alcuni personaggi come Akahi Ricardo o Camila Castello avrebbero guadagnato notorietà per un arco limitato di tempo, quando hanno dichiarato di vivere senza cibo solido da anni. Queste affermazioni sono state duramente criticate e contestate dalla comunità scientifica.

Che cos’è il Respirianesimo e perché le star hanno bisogno di sperimentare le sette

Le star e i Vip, come tutti gli individui, possono essere attratti da comunità o sette per diversi motivi. La ricerca di sostegno sociale e il desiderio di appartenenza riguarda individui comuni così come persone famose. E i gruppi che promuovono pratiche estreme come il Respirianesimo potrebbero rispondere a queste necessità. Potrebbe capitare che in un momento di debolezza si accetti di farne parte a costo di creare gravi problemi alla salute. Ricordiamo che i problemi dell’alimentazione sono molto diffusi oggi sia tra i giovani che tra gli adulti. Denutrizione e disidratazione portano deficit fisici e mentali e questo riguarda le celebrità come qualsiasi altro individuo.

Spesso è la paura di essere sottoposti a giudizi critici che ci porta non affrontare queste problematiche. Per questo è necessario consultare professionisti medici e qualificati prima di intraprendere qualsiasi cambiamento che riguarda il nostro stile di vita. Soprattutto se i cambiamenti sono radicali, se riguardano il nostro fisico, la dieta, il nostro stato mentale. Prima aderire a qualsiasi movimento o pratica estrema, poniamoci tutte le domande del caso, parliamo con i nostri amici e con i nostri parenti senza sottovalutare i loro pareri. Ne va della nostra salute mentale e fisica.

Impostazioni privacy