Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Avete mai sentito parlare della scottatura da Margarita? Evitate questi drink o rischiate grosso

Foto dell'autore

Valentina Trogu

In estate la scottatura da Margarita è un rischio da considerare seriamente. Scopriamo di cosa si tratta e come tenersi alla larga dai guai.

Ci sono dei drink da evitare assolutamente se non si vogliono rischiare guai seri durante la stagione estiva.

scottatura margarita cos'è
Cos’è la scottatura margarita – Lintellettualedissidente.it

Quando il caldo impazza si farebbe qualsiasi cosa per trovare refrigerio. Ma attenzione ad agire impulsivamente o ci si potrebbe ritrovare con la stagione rovinata. Il mare, il sole, i drink all’aperto, quando si cerca il relax la combinazione perfetta è una sdraio sulla spiaggia, accarezzati dalla brezza marina mentre si sorseggia una bevanda fresca.

Proprio quando si sceglie il drink bisogna stare attenti. Il rischio è di ritrovarsi con reazioni cutanee indesiderate e la cosiddetta “scottatura da Margarita”. Curiosi di scoprire di cosa si tratta?

Scottatura da Margarita, da cosa è causata e come prevenirla

La scottatura da Margarita è una reazione fotosensibilizzante causata da ingredienti comuni come il lime, il limone e il sedano. Capita quando accidentalmente alcune gocce di succo di limone o lime vengono a contatto con la pelle oppure quando dopo aver mangiato il sedano ne rimane una piccola traccia intorno alla bocca.

Scottatura da margarita lime, limone e agrumi
Attenzione agli agrumi, possono scottare la pelle – Lintellettualedissidente.it

Per evitare una reazione cutanea si consiglia di lavare accuratamente le mani o la parti della pelle esposte dopo aver mangiato o essere venuti a contatto con agrumi, carote, prezzemolo, sedano, fichi, mango, ghiaccioli con vero succo di frutta.

Il nome della scottatura deriva dal famoso drink Margarita che in spiaggia è un must. Ricco di Lime, può causare fitofotodermatite dopo un’esposizione al sole. Tutto a causa di sostanze note come furocumarine e psoraleni (contenute negli agrumi).

La scottatura si presenta in tre fasi. Prima compaiono chiazze macule eritematose che successivamente si trasformano in vesciche simili ad ustioni di secondo grado. Poi diventano lesioni asintomatiche ma pigmentate. Per evitare lo sviluppo della scottatura da Margarita è necessario pulire immediatamente la pelle prima che le sostanze vengano assorbite. Significa che andranno lavate con l’acqua entro 30/120 minuti.

I dettagli di questa particolare scottatura sono stati forniti dal “The Journal of the American Board of Family Medicine. L’indagine è stata effettuata dopo che una 26enne ha manifestato la reazione cutanea dopo aver spremuto 24 lime ad una festa in piscina, quindi stando sotto i raggi del sole. Gli esperti, dunque, raccomandano di lavarsi adeguatamente dopo aver maneggiato o mangiato agrumi e i prodotti prima citati. L’esposizione al sole va gestita con saggezza, sempre.

Impostazioni privacy