Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Scoprire se sei stato tradito grazie a Google Maps: ecco l’incredibile trucco che sbalordisce

Foto dell'autore

Sebastiano Spinelli

Vuoi scoprire se sei stato tradito? Ti basta usare Google Maps per saperlo, ed è davvero efficace: guarda come si fa.

Il tradimento è una delle situazioni più brutte da vivere. Il partner, quando lo viene a scoprire, si sente distrutto e privo di forze. Sicuramente non è una bella esperienza da vivere, soprattutto se la verità viene a galla dopo tanto tempo. Sfortunatamente non tutti lo scoprono fin da subito: non hanno gli strumenti per farlo. Ma un servizio di Google potrebbe esserci di aiuto in questo caso.

Google Maps permette di scoprire i tradimenti
Ecco come usare Google Maps per scoprire i tradimenti – IntellettualeDissidente.it

Ci riferiamo a Google Maps, l’applicazione che permette agli utenti di localizzare ogni parte del pianeta. È anche utile per segnalare la propria posizione ad altre persone, ai rider o ai postini. L’app si è sempre distinta dalle altre per la sua incredibile utilità. Tuttavia può essere utilizzata anche per scoprire se il nostro partner ci sta tradendo, ed è tutto vero. Una storia accaduta diverso tempo fa lo conferma.

Pianifica un itinerario e scopre il tradimento, non ci poteva credere: merito di Google Maps

Nel 2013 un uomo peruviano stava pianificando l’itinerario del suo prossimo viaggio. Il suo obiettivo iniziale era quello di testare il servizio Street View, quindi stava dando un’occhiata alle strade della sua città. Ma nel farlo ha visto sua moglie accompagnata da un altro uomo. Non ci poteva credere a quello che aveva scoperto: il volto era lo stesso. Non poteva essersi sbagliato.

Google Maps permette di scoprire i tradimenti
Con questo trucco saprai se il tuo partner ti ha tradito – IntellettualeDissidente.it

Così ha ingrandito la foto ed ha visto la moglie in un momento intimo con un uomo sconosciuto. Lei gli accarezzava i capelli mentre era sdraiato sul suo grembo. Questa storia lo aveva ferito a tal punto che non ne voleva sapere più nulla. Infatti, una volta raccolte le prove di quanto successo, aveva portato ogni cosa al tribunale per chiedere il divorzio. Non c’è voluto molto per ottenerlo: era più che chiara la situazione.

Questa storia ci insegna che Google Maps, a volte, può essere un’arma a doppio taglio. Utilizzarlo per scoprire se il nostro partner sta andando in giro con una persona sconosciuta può essere una buona idea. Tuttavia, è sempre saggio chiedere spiegazioni e accertarsi che non sia soltanto un falso allarme. A volte possiamo scambiare delle situazioni innocenti per una tragedia infondata. Questo è stato soltanto un caso isolato in fin dei conti.

Impostazioni privacy