Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

L’ansia ti assale e non sai come placarla? Ecco un esercizio per ritrovare la serenità

Foto dell'autore

Danila Franzone

Esiste un esercizio che può aiutarti a combattere l’ansia quando la tensione diventa eccessiva. Scopri qual è e come metterlo in pratica.

Soffrire d’ansia è una delle condizioni più difficili che ci siano. Ci si trova a vivere nella propria testa e a combattere con nemici invisibili che provocano agitazione, disagio e spesso paure immotivate ma che per chi le prova sono assolutamente reali.

L'esercizio per placare l'ansia
Esiste un esercizio molto utile per placare l’ansia (lintellettualedissidente.it)

Per evitare di stare male è quindi molto importante pensare ad un percorso psicoterapeutico che aiuti a comprendere i motivi alla base del disturbo e che, se riconosciuti e sconfitti, possono portare ad una vita senza alcun dubbio più serena. Come fare, però, per l’ansia che si continua a provare durante il cammino? In tal caso esistono delle strategie da mettere in atto e tra queste c’è anche un semplice esercizio.

Come combattere l’ansia con un esercizio semplicissimo

L’ansia è uno stato causato da diversi fattori e che, per tale ragione, può essere contrastata mettendo insieme vari piani d’azione. Tra questi ci sono l’opzione di seguire un percorso psicoterapeutico, alimentarsi bene, fare esercizio fisico e imparare a gestire le emozioni. Sono poi sicuramente indicate attività come lo yoga o la meditazione, che hanno il potere di placare la mente e di alleviare gli stati di tensione. A volte però, un attacco può essere improvviso e causare un profondo disagio.

Come contrastare l'ansia
Gli attacchi d’ansia possono arrivano improvvisamente: ecco come alleviare la sensazione di malessere (lintellettualedissidente.it)

In tal caso c’è un esercizio che può essere di grande aiuto e che contribuisce a rilassare spalle e addome, le quali sono solitamente i punti che si irrigidiscono maggiormente durante una crisi d’ansia. Per svolgere correttamente la pratica ci si deve sdraiare a pancia in su, sistemando un cuscino sotto la schiena. In questo modo si dovrà respirare, stendendo e rilassando addome e spalle.

L’esercizio sarà in grado di alleviare la tensione accumulata e, attraverso la respirazione, consentirà di prendere il controllo di sé e delle emozioni provate. In pochi minuti il senso di costrizione che segue l’ansia si andrà alleggerendo fino a svanire e ci si sentirà subito meglio. Ovviamente si tratta di una pratica d’emergenza che non può essere considerata risolutiva.

Eppure, in casi di allarme funziona e aiuta a riacquistare la padronanza di sé e delle proprie sensazioni. Il tutto placando l’ansia e ciò che ne consegue. Di sicuro un buon modo per affrontare con più semplicità la vita mentre si lavora per indagare sulle cause e sulle soluzioni da mettere in atto per far sì che il disturbo diventi sempre più raro fino a svanire.

Impostazioni privacy