Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Pagare un bonifico istantaneo come un bonifico tradizionale: ecco la novità sui conti correnti

Foto dell'autore

Giacomo Mazzarella

Una grande novità è entrata in vigore dal primo aprile ed è stata introdotta dalla UE con un nuovo regolamento. parliamo di conti correnti, cioè di una materia che riguarda una moltitudine di cittadini.

Da quando è iniziata l’autentica crociata contro l’uso del contante, gli strumenti di pagamento tracciabili sono diventati sempre più diffusi. Soprattutto i pagamenti con carta la fanno da padroni adesso. Ma anche i bonifici sono molto usati. Sia per i pagamenti di acquisti, canoni di affitto e spese varie, che per trasferire denaro tra parenti e conoscenti. Ed è proprio in relazione ai bonifici che si incastra la grande novità che potrebbe essere una vera e propria rivoluzione nella metodologia di utilizzo dei bonifici oggi.

Pagare un bonifico istantaneo come un bonifico tradizionale, ecco la novità sui conti correnti

Per favorire l’utilizzo del bonifico istantaneo in modo tale da farlo diventare uno strumento di dominio collettivo, ecco la grande novità del nuovo regolamento UE entrato in vigore ad inizio aprile. Le banche avranno, a partire da quella data, 18 mesi di tempo per adeguarsi. In pratica, i bonifici istantanei ai clienti delle banche devono essere offerti a condizioni più vantaggiose rispetto ad oggi. E questo perché anche se si tratta di uno strumento conosciutissimo, il bonifico istantaneo è poco utilizzato. Ed il motivo è facilmente individuabile nel costo che questi bonifici hanno. Stando ai dati e alle medie, un bonifico istantaneo oggi costa tra i 4 ed i 5 euro in media. Il bonifico tradizionale invece costa tra i 40 ed i 50 centesimi sempre in media.

Ecco cosa comporterà la nuova risoluzione della UE in materia di bonifici

Le differenze tra i due bonifici non si fermano alla differenza di prezzo naturalmente. La commissione bancaria è nettamente più alta perché in pratica con il bonifico tradizionale, anche se i soldi vengono tolti dal conto corrente di chi emette il pagamento in tempo reale, finiscono al conto corrente del beneficiario dopo diversi giorni lavorativi. COn il bonifico istantaneo invece tutto è in tempo reale e dopo pochi secondi dalla conferma di avvenuto bonifico, il ricevente ha i soldi sul suo conto. Pagare un bonifico istantaneo come un bonifico tradizionale diventa quindi molto allettante. Ecco perché la direttiva UE risulta una sorta di cambio di rotta che molti clienti delle banche avranno piacere di utilizzare. Ma la novità non finisce all’equiparazione del costo dei due bonifici. Infatti le banche saranno anche tenute a rendere il bonifico istantaneo di default come si dice in questi casi. Oggi chiunque si collega ad una APP dei servizi di Internet Banking noterà che all’atto della predisposizione del bonifico la prima formula offerta è quella ordinaria. Dal primo aprile invece dovrà essere la forma istantanea di bonifico quella principale.

Impostazioni privacy