Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Nell’Ultima Cena di Leonardo c’è un dettaglio che fa pensare al peggio: è stato proprio lui

Foto dell'autore

Greta Di Raimondo

Le opere di Leonardo da Vinci sono da sempre avvolte nel mistero e nelle leggende. Ecco cosa è stato scoperto recentemente. 

Leonardo da Vinci è uno degli artisti più noti e amati della storia dell’arte. Incarnazione perfetta dell’ideale rinascimentale, Leonardo ha rivoluzionato molti aspetti dell’arte, dell’architettura, della tecnologia e della scienza, restituendo una visione del mondo diversa ai posteri. Le opere di Leonardo da Vinci sono da sempre avvolte in un’aura di mistero e si ritiene possano veicolare anche alcuni messaggi esoterici.

Leonardo Da Vinci e l'Ultima Cena
L’Ultima Cena di Leonardo (www.lintellettualedissidente.it)

L’Ultima Cena è una delle opere più note di Leonardo Da Vinci, custodita all’interno del refettorio del convento domenicano di Santa Maria delle Grazie e commissionata nel 1495. L’opera rappresenta il momento in cui Gesù, durante l’ultima cena, rivela agli apostoli che fra loro è presente un traditore. L’artista, con grande maestria, presenta il momento soprattutto da un punto di vista psicologico, evidenziando i sentimenti di ogni personaggio.

Non solo acuto osservatore dei moti umani, Leonardo colloca la scena all’interno di uno spazio prospettico sapientemente costruito. La stanza in cui è ambientata la cena, è costituita da elementi architettonici che riprendono la forma reale del refettorio. Le linee prospettiche confluiscono tutte sulla figura di Cristo, un modo subliminale per sottolineare la centralità del personaggio e la sua importanza spirituale.

L’Ultima Cena: il dettaglio misterioso che non sfugge

I capolavori di Leonardo Da Vinci vengono continuamente studiate per scoprire nuovi particolari, utili al raggiungimento di una conoscenza completa dell’opera. Ultimamente, per quanto riguarda l’Ultima Cena, è stato evidenziato un dettaglio molto particolare. Il personaggio di Giuda, con un movimento brusco del braccio destro, fa rovesciare la saliera sul tavolo. Fin dall’antichità, far cadere il sale è sempre stato sinonimo di sfortuna imminente.

Ultima Cena: nuovi dettagli
Emergono nuovi dettagli dall’Ultima Cena (www.lintellettualedissidente.it)

Il profilo Instagram del Museo del Cenacolo Vinciano, ha recentemente pubblicato un post in cui viene ingrandito il dettaglio della saliera nell’Ultima Cena. Probabilmente l’artista, in maniera simbolica, ha voluto rappresentare un collegamento con l’evento immediatamente successivo all’Ultima Cena, ovvero il tradimento di Giuda. Il sale, inoltre, è un antico simbolo alchemico e massone d’iniziazione, saggezza e conoscenza.

Nel Vecchio Testamento, il sale è una delle offerte a Dio prescritte dalla Legge. È inoltre è uno strumento di pulizia morale in molte culture e religioni ed è il simbolo dell’eternità del patto che lega Israele a Dio. Alla luce di questi significati, il sale rovesciato da Giuda è un chiaro messaggio visivo di rottura del patto di fedeltà tra lui e Dio, un segno del suo tradimento e della sua infedeltà.

Impostazioni privacy