Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

ISEE 2024 cambia completamente: le famiglie devono sbrigarsi per ottenere i bonus

Foto dell'autore

Noemi Aloisi

Ecco cosa cambia nell’Isee del 2024 per le famiglie che vogliono ottenere bonus e agevolazioni anche il prossimo anno. Di seguito, tutte le novità.

Sono molte le novità che sono state introdotte riguardo l’Isee per il 2024. Questi cambiamenti avranno un impatto anche sulla richiesta di diversi bonus e agevolazioni. Attraverso l’indicatore della situazione economica equivalente, infatti, viene misurato il livello economico complessivo del nucleo familiare. E tramite questo dato vengono erogati diversi bonus e agevolazioni per chi si trova più in difficoltà.

Isee 2024, cambia completamente
Isee 2024: tutte le novità da conoscere – lintellettualedissidente.it

Il dato si riferisce principalmente alla quantità delle persone all’interno del nucleo familiare, all’eventuale presenza di soggetti disabili o invalidi, alle proprietà immobiliari che si possiedono e al reddito percepito. L’Isee si ricava proprio sulla base di queste informazioni, indicate nella Dichiarazione sostitutiva unica, che resta valida fino alla fine dell’anno.

Isee 2024, tutte le novità introdotte per ottenere i vari bonus

Oggi come oggi, i dati relativi all’Isee sono conservati nell’archivio nazionale e vengono gestiti dall’Inps, il quale si occupa di renderli disponibili agli enti erogatori adibiti ad eventuali controlli ed assestamenti, che possono essere effettuati direttamente dalla Guardia di Finanza. Una delle novità più importanti tra quelle introdotte riguarda i risparmiatori. Infatti i titoli di Stato verranno esclusi dal calcolo dell’Isee, fino a poco tempo fa questo dato non andava ad impattare direttamente sul calcolo.

Le famiglie devono sbrigarsi
Come non ottenere i bonus con l’Isee 2024 – lintellettualedissidente.it

La grande novità è che i titoli di Stato con un valore fino a 50.000€ non saranno presi in considerazione. Ciò significa che verranno integrate soltanto le somme presenti sul conto corrente, a cui andranno aggiunti altri dati che che compongono il patrimonio immobiliare. Eppure va specificato che, per chi dovesse acquistare i titoli di Stato oggi pensando di beneficiare di questa condizione, non potrà farlo.

L’indicatore, infatti, si riferisce principalmente al patrimonio dei due anni precedenti. Questo cambiamento, tuttavia, andrà ad ampliare la platea dei beneficiari che potranno accedere a bonus e agevolazioni che come requisito hanno solitamente l’Isee stesso.

L’altra novità introdotta per il prossimo anno sarà il concordato preventivo, un’agevolazione che si riferisce direttamente ai contribuenti con la Partita Iva. Chi ne possiede una e deciderà di aderire al sostegno, non subirà un effetto moltiplicatore ai fini del calcolo dell’Isee. Ci sarà dunque la possibilità di concordare anticipatamente con l’agenzia delle entrate il reddito dell’anno da pagare per le imposte.

Per calcolare l’Isee 2024, verrà considerato il reddito effettivo del contribuente nel momento in cui il concordato preventivo risulterà inferiore a quello effettivo, non ci sarà un effetto moltiplicatore sui beneficiari. Il contribuente dunque avrà la libertà di versare le imposte per un importo inferiore rispetto a quello del reddito effettivo, per ottenere agevolazioni e bonus verrà comunque tenuto conto del reddito reale.

Impostazioni privacy