Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Se state seduti per più di 10 ore al giorno, avete il destino segnato, e non vi piacerà

Foto dell'autore

Danila Franzone

Stare seduti per troppe ore è pericoloso per la salute. Scopri perché e come rimediare per rimetterti in sesto.

Che la vita sedentaria sia da considerarsi rischiosa per il benessere è ormai risaputo. Quello che non tutti sanno è che tale definizione riguarda più persone di quante si penserebbe e tutto perché passare più di dieci ore al giorno seduti è già considerato un vero e proprio pericolo.

cosa rischi stando seduto più di 10 ore al giorno
cosa rischi stando seduto più di 10 ore al giorno (l’intellettualedissidente.it)

E se stai pensando di essere al sicuro perché ti alzi spesso e interrompi la sedentarietà sappi che non è proprio così. Gli studi più recenti hanno infatti rilevato come superare le 10 ore totali al giorno su sedia o divano sia comunque un rischio, anche se ci si muove spesso o si fanno esercizi.

Cosa rischi stando seduto per più di dieci ore al giorno

Iniziamo con il dire che la nuova scoperta arriva da un recente studio svoltosi nell’Università della California e pubblicato sulla rivista medica JAMA. Secondo tale studio, chi passa più di dieci ore seduto (sopratutto dopo i 60 anni) è a maggior rischio di malattie come la demenza o il morbo di Alzheimer.

A detta di quanto riportato dallo studio, le ore vanno inoltre considerate nel totale e non come consecutive. Che ci si alzi ogni due ore o si rimanga seduti più a lungo non farebbe quindi la differenza. Il punto è che non bisognerebbe mai superare le 10 ore seduti tra quelle che si passano al pc o studiando e quelle che si impiegano a mangiare o a guardare la tv sul divano. Ovviamente, questo ultimo dato si riferisce solo al rischio di demenza mentre resta valido che alzarsi più volte è utile per il cuore, la schiena e per la salute in generale.

cosa rischi stando seduto più di 10 ore al giorno
cosa rischi stando seduto più di 10 ore al giorno (l’intellettualedissidente.it)

Dopo un’analisi condotta per ben 6 anni su persone over 60 seguite nelle loro attività attraverso uno smartwatch è quindi emerso che chi era più sedentario e superava le 10 ore al giorno seduto era a maggior rischio di demenza. Al contempo, una ricerca analoga, ha portato alla luce come l’attività fisica sia in grado di sgretolare le placche di proteina beta amiloide.

E tutto attraverso il rilascio di un ormone che aiuterebbe quindi a evitare il rischio di demenza. Chi passa molte ore seduto per motivi lavorativi o di studio, oltre a ridurre il tempo a riposo nelle altre ore, può quindi trovare una via d’uscita nell’attività fisica. In questo modo si andrebbe infatti a contrastare gli effetti negativi della sedentarietà, mantenendosi maggiormente in salute.

Impostazioni privacy