Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Depressione, quanto può influire il male oscuro sulle malattie cardiache: che cos’è la personalità D

Foto dell'autore

Guendalina Bonito

Momenti difficili della vita caratterizzati da particolare ansia possono non solo essere indice di depressione ma spia di malattie cardio-circolatorie

Non siamo tutti uguali nell’affrontare la vita e i suoi problemi. Superare le angustie non risulta semplice, ma ciò che accade nella propria mente è tanto meraviglioso quanto spaventoso.

personalità e depressione
Depressione e personalità -lintellettualedissidenteit

Un vero e proprio cruccio, spesso l’ansia può portare a situazioni croniche, a stati depressivi. Questi ultimi possono incidere negativamente anche sulla salute e comportare problemi legati al sistema cardiocircolatorio.

Temperamento e carattere convogliano nell’unico fattore “personalità”. Il primo è un mix di caratteristiche individuali che esprimono impulsi e tutte quelle che possono essere le necessità di un individuo. Il carattere, invece, è l’impronta di una persona che va a determinarsi con caratteristiche innate, che sono quindi proprie, e caratteristiche acquisite da fattori psicologici e relazionali.

La personalità è proprio il mix di questi due, che accorpano genetica e caratteristiche acquisite. Ogni personalità avrebbe un fattore di predisposizione verso alcune patologie rispetto ad altre.

Fattore personalità, fondamentale per capire la tendenza a sviluppare determinate patologie

Le diverse personalità sono state studiate ed è possibile trovare di esse giusta documentazione. Proprio la personalità descritta da Friedman & Rosenman che viene indicata come di “tipo A” sarebbe quella più predisposta alle malattie cardio-circolatorie.

malattia cardiocircolatoria e depressione
Depressione e personalità -lintellettualedissidente.it

Ciò che caratterizzerebbe la tipologia di personalità A è l’ostilità, ovvero il soggetto afflitto crede di non riuscire ad avere il controllo, ciò indurrebbe predisposizione verso malattie come ipertensione e malattia periferica delle arterie.

La tendenza di personalità di tipo A mostra predisposizione all’iper-competitività e senso cronico di mancanza di tempo. Insicurezza e scarsa autostima sono le reali caratteristiche che mettono a dura prova la tipologia A All’apparenza questi soggetti possono sembrare, al contrario, proprio sicuri e pieni di sé.

Non solo, anche determinazione e decisione apparente caratterizzano questi soggetti che vengono visti benissimo come adatti a mansioni di alta responsabilità. Tutte queste caratteristiche tendono a problematiche cardio-vascolari.

La tipologia di personalità B si oppongono alla A e sono quei soggetti che appaiono più sereni e rilassati. Si adatterebbero meglio agli ambienti e alle persone senza esagerare nelle preoccupazioni.

La personalità C tende a reprimere tutte le emozioni quali anche l’ansia con molto autocontrollo. La tipologia D caratterizza persone con ansia, rabbia e depressione. Le persone con tale personalità hanno tendenza a isolarsi perché fortemente insicure. Pertanto è difficile instaurare relazioni e passare del tempo con persone, soprattutto quelle che non sic conoscono. Per concludere, ogni personalità sarebbe assolutamente predisposta a determinati comportamenti e patologie.

Impostazioni privacy