Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Cos’è davvero un deja-vu: mistero risolto, perché capita e da cosa è provocato

Foto dell'autore

Cindy Delfini

Il deja-vu è un fenomeno tanto particolare quanto diffuso e sono in molti a domandarsi quali siano le sue origini. Ecco per quale motivo si manifesta.

A quanti, almeno una volta nella vita, sarà capitato di trovarsi in una determinata situazione e sentirsi come se tutto fosse già stato vissuto? Questo fenomeno è noto come deja-vu e, nonostante la sua particolarità, è piuttosto diffuso.

che cos'è un deja vu
deja vu (lintellettualedissidente.it)

Spesso si finisce col sentirsi disorientati o confusi, domandandosi se quella sensazione di familiarità con un certo evento sia solamente un’impressione o se si tratti di un qualcosa legato a fatti realmente accaduti in passato. Ma per quale motivo accade tutto ciò?

Il termine deja-vu può essere tradotto dal francese con “già visto”. Questo fenomeno psicologico si manifesta nel momento in cui, di fronte ad un avvenimento in particolare, ci sentiamo come se avessimo vissuto quella situazione precedentemente. Sebbene, di solito, non abbiamo presente il contesto e l’attimo in cui tutto sia accaduto, sentiamo per l’appunto di esserci già trovati davanti ad una scena precisa e in un determinato luogo.

Secondo le stime, i deja-vu interessano tra il 60 e l’80% delle persone. Chiunque potrebbe vivere una sensazione simile, indipendentemente da dove si trova o da quello che sta succedendo. Ogni momento può essere buono. Per quanto questo fenomeno possa risultare affascinante, tuttavia, nella maggior parte degli individui provoca un senso di smarrimento: la realtà inizia a farsi meno certa, mentre ci si chiede per quale motivo proviamo quella strana familiarità con qualcosa che, invece, è nuovo.

Deja-vu, cosa sono e perché si manifestano: le tesi

Cosa sono i deja-vu? Possiamo definirli come un evento di natura psicologica che si manifesta nelle modalità appena descritte. Sono tante le persone che, almeno una volta nella loro esistenza, hanno provato una sensazione simile. Di conseguenza, la curiosità intorno a questo fenomeno è decisamente alta. Che cosa determina la sua comparsa?

Le ipotesi sui deja-vu
Le teorie sull’origine dei deja-vu – intellettualedissidente.it

Ancora oggi il deja-vu continua a essere studiato dagli esperti e, nel corso degli anni, sono state elaborate diverse teorie al riguardo. Come, ad esempio, l’ipotesi dell'”inganno emotivo”. Secondo alcuni neuroscienziati, alla base del fenomeno ci sarebbero le nostre emozioni: quando viviamo una situazione che, sebbene sia nuova, porta alla nostra mente sensazioni già provate in precedenza, tendiamo ad avere deja-vu che dunque, in realtà, si rifanno più al sentimento passato che all’evento stesso.

La tesi che ha ottenuto più riscontri, invece, sostiene che il fenomeno sia scaturito da un “falso ricordo”. Il deja-vu farebbe la sua comparsa nel momento in cui avviene un errore nell’elaborazione di nuovi avvenimenti. Anziché essere inviati alla nostra memoria a lungo termine, arriverebbero a quella a breve termine. Di conseguenza, abbiamo l’impressione di aver già visto e vissuto certe situazioni, quando in verità non è affatto così.

Nonostante le ipotesi, non è ancora stata trovata una definizione unanime di che cosa siano i deja-vu e per quali motivi si manifestano. Psicologi, neuroscienziati ed esperti vari provano a spiegare il fenomeno da anni. Eppure questo continua a essere un grattacapo: si tratta di uno dei più grandi enigmi riguardanti la nostra mente, che non smette di sfidare gli studiosi e suscitare l’interesse di chi lo vive.

Impostazioni privacy