Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Scuole aperte in estate. Ecco la proposta del Ministro Valditara

Foto dell'autore

Mariavictoria Stella

Il Ministro Valditara ha proposto di lasciare le scuole aperte anche in estate. Una proposta che fa discutere. Potrebbe essere una buona soluzione?

L’istruzione è una delle questioni più importanti nella vita delle persone.Questo non significa che ogni singolo cittadino debba studiare in prestigiose università ed acquisire master, ma almeno un livello di istruzione e formazione medio. La cultura è indispensabile qualsiasi lavoro si decida di fare. E la scuola dovrebbe riacquistare l’autorità di un tempo, in quanto luogo in cui le nuove generazioni vengano educate e formate.

il ministro vuole tenere le scuole aperte in estate
La proposta del Ministro Valditara- L’intellettuale dissidente.it

La potenza di uno Stato è rappresentata appunto dalle nuove generazioni, sulle quali si dovrebbe investire. Tuttavia i più giovani sono disincantati dinanzi alle scelte della politica, dinanzi ad un Paese che non offre grandi opportunità per il futuro. Difatti l’Italia è una nazione dalla quale ancora troppo spesso si decide di scappare, emigrando verso Paesi più civili.

Dunque alla scuola italiana va l’onere di istruire adeguatamente i ragazzi, creando le basi per il loro futuro personale e professionale sia esso in territorio italiano, sia esso all’estero. Il Ministro Valditara ha proposto che la scuola debba essere aperta anche nel periodo estivo. Una proposta che fa discutere, ma che potrebbe essere la scelta vincente.

Scuole aperte anche nei mesi estivi: la proposta di Valditara

Da decenni, l’anno scolastico ha inizio a settembre per poi finire a giugno. La pausa estiva va da giugno sino a metà settembre. Nel corso dell’anno non mancano stop festivi come il ponte di Ognissanti, le festività natalizie e quelle pasquali, il ponte del 25 aprile. Grazie a queste pause, il personale docente e gli studenti hanno modo di riposarsi per poi tornare più carichi e motivati.

il Ministro propone di tenere le scuole aperte anche in estate
Scuole aperte anche in estate- L’intellettuale dissidente.it

Tuttavia ciò che differenzia l’Italia dagli altri Paesi è la durata delle vacanze estive. I mesi di stop sono più di tre, e questo ha un impatto negativo sul rendimento totale degli studenti. Gli insegnanti italiani, pur essendo i più sottopagati d’Europa, sono accusati di essere fannulloni solo per i mesi di ferie. Un’opinione pubblica ignorante non comprende il ruolo delicato e complesso del docente, concentrandosi esclusivamente sui privilegi, che questa figura sembra avere.

Il Ministro Valditara, deciso ad allineare l’Italia agli standard europei, ha proposto una soluzione innovativa. Valditara parla di apertura delle scuole anche nel periodo estivo. Stando a quanto dichiarato dal Ministro, potrebbe essere una soluzione soprattutto per le famiglie impegnate al lavoro e con solo poche settimane di ferie. Tuttavia a tal proposito va detto che la scuola non è e non deve essere in nessun modo un parcheggio per bambini e adolescenti con genitori lavoratori.

Del resto per l’intrattenimento esistono i centri per ragazzi. Se essi diventassero gratuiti con convenzione da parte dello Stato, le famiglie avrebbero meno problemi. Quella di lasciare aperte le scuole in estate potrebbe essere una buona soluzione se vista da un altro punto, ovvero quello di potenziare il programma e permettere ad alcuni alunni di recuperare.

Tuttavia le criticità non mancano. Va detto, infatti, che i cambiamenti climatici hanno portato ad un aumento smisurato delle temperature. Questo fattore potrebbe essere un dato tutt’altro a favore della proposta di Valditara. Basterà tenere aperta la scuola in estate per equiparare l’istruzione italiana agli standard europei? 

Impostazioni privacy