Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Magalli doveva vivere due mesi. Ma è rimasto tra noi

Foto dell'autore

Maria Vittoria Ciocci

Giancarlo Magalli, ospite di Mara Venier a Domenica In, si racconta: “Ricominciamo da capo” – sono state le parole del conduttore.

Un bagaglio professionale costellato da moltissimi successi e da qualche incidente di percorso. Giancarlo Magalli, ospite di Mara Venier a Domenica In, ha scelto di produrre un resoconto della sua carriera, affrontando con la padrona di casa alcuni dei temi più delicati che hanno caratterizzato la sua esperienza recente. Dopo quasi due anni di assenza, il noto autore televisivo torna sul piccolo schermo, rivelando in diretta di aver combattuto contro una pericolosa escalation di malattie, che l’avrebbero costretto al ricovero.

Giancarlo Magalli si racconta
Giancarlo Magalli si racconta, ospite di Mara Venier a Domenica In – foto: ansa – lintellettualedissidente.it

Le sue condizioni di salute, oggi stabili, hanno contemplato un allontanamento repentino dal mondo dello show business. L’ultima apparizione televisiva risale al mese di marzo del 2022, quando venne invitato da Milly Carlucci come concorrente de’ Il cantante mascherato. Questo seguì un lungo periodo di analisi cliniche, terapie e visite mediche, con l’obiettivo di ridimensionare i danni di una grave infezione.

Giancarlo Magalli rivela: “Mi hanno dato due mesi di vita”

“Ho avuto una matrioska di malattie” – ha rivelato Giancarlo Magalli a Mara Venier, producendo uno certo sgomento nel pubblico in ascolto. Il conduttore ha ammesso di aver contratto una grave infezione e di essere stato ricoverato. Dalle analisi è poi emersa la diagnosi più preoccupante: “Mi hanno detto: ha un linfoma, ha due mesi di vita”. Il noto autore televisivo ha quindi iniziato un ciclo di cure, le quali hanno contemplato la chemioterapia e l’assunzione di farmaci particolarmente pesanti, responsabili della produzione di allucinazioni frequenti.

Magalli e la lotta contro il linfoma
Giancarlo Magalli, la lotta contro il linfoma – foto: ansa – lintellettualedissidente.it

Da ciò è quindi derivato il primo ricovero: i medici, così, hanno potuto monitorare il suo stato di salute quotidianamente. Terminato il periodo di convalescenza, il conduttore ha dovuto affrontare un’amara verità: “Ho lasciato le trasmissioni” – ha spiegato – “Quando sono guarito, non ne ho trovata una”. I vertici Rai hanno provveduto a piazzare dei validi sostituti, ritenendo inutile un possibile reinserimento dell’attore. Questo non ha fermato Giancarlo Magalli, che – dall’anno corrente – tornerà alla conduzione di I fatti vostri.

“Con chi ho litigato? A parte una, con nessuno” – ha affermato in merito ai rapporti professionali, chiaro riferimento al processo che vide coinvolta Adriana Volpe. La collega infatti denunciò il conduttore per diffamazione: dopo un primo rinvio a giudizio nel 2019, il tribunale sostenne la colpevolezza di Magalli, pretendendo il risarcimento all’immagine della conduttrice.

 

Impostazioni privacy