Forse hanno scoperto definitivamente come sconfiggere il mal d’auto dei bambini: inizia oggi stesso

Foto dell'autore

By Claudio Rossi

Il mal d’auto colpisce spessissimo i nostri bambini. Ecco alcuni metodi molto utili per contrastare la chinetosi e non doversi fermare in continuazione

Chi è che, avendo dei bambini in auto, durante un viaggio, non abbia dovuto fare una, due, tre, forse addirittura quattro soste per far loro prendere aria. Anche gli adulti, ma soprattutto i bimbi, infatti, possono spesso soffrire di quello che comunemente viene chiamato mal d’auto. Oggi, però, forse sappiamo come arginare questo fastidio.

Mal d'auto bambini
Come contrastare il mal d’auto dei bambini – (lintellettualedissidente.it)

Che un lungo viaggio in autostrada o, magari, lungo i tornanti di una strada che ci porta in montagna, i bambini possono sentirsi male quando viaggiano sui sedili posteriori dei veicoli, rendendo le vacanze molto meno piacevoli. È il cosiddetto “mal d’auto”. In termine scientifico, chinetosi. 

Tuttavia, gli esperti affermano che esistono diversi modi in cui possiamo aiutare a prevenire che i nostri ragazzi si sentano male o ad alleviare alcuni sintomi. Tralasceremo la possibilità di utilizzare cerotti e farmaci che pure esistono sul mercato, ma che vi invitiamo a usare solo e soltanto su indicazione di un pediatra.

Come contrastare il mal d’auto dei bambini

Il primo importante consiglio che arriva dagli esperti è quello di bere acqua. Prima di partire per un viaggio, assicuriamoci che i nostri ragazzi siano ben idratati. L’acqua aiuta a ridurre il livello di malessere, la nausea soprattutto. Per contrastare la chinetosi, poi, il consiglio è quello di evitare pasti pesanti prima di partire per un viaggio. La ricerca mostra che i cibi grassi, zuccherati e piccanti possono aumentare i sintomi. Invece, dare ai bambini piccole quantità di biscotti o cracker durante i viaggi può aiutare a ridurre il mal d’auto.

Mal d'auto bambini
Sconfiggere il mal d’auto dei bambini – (lintellettualedissidente.it)

Uno stratagemma interessante è quello di iniziare i viaggi quando normalmente i bambini dormono. Le strade sono più silenziose di notte, il che significa meno fermate e partenze o la necessità di cambiare corsia. Se, invece, i nostri bambini sono svegli, li possiamo distrarre, convincendoli a guardare fuori dal finestrino.

Sedersi correttamente e concentrarsi su qualcosa in lontananza aiuta a ridurre la sensazione di chinetosi. Anche una ventilazione adeguata può alleviare la nausea e ridurre la temperatura, prevenendo la sudorazione che può verificarsi con la chinetosi. Quindi, evitiamo che l’autovettura sia troppo calda e di tanto in tanto abbassiamo i finestrini. 

Infine, sebbene ormai svolgano quasi il ruolo dei baby sitter, evitate di lasciare i bambini davanti allo schermo di un tablet o di uno smartphone. Fissare gli schermi mentre si è in movimento può indurre il cervello a pensare che sia sbilanciato o che abbia le vertigini, causando il mal d’auto.

Impostazioni privacy