Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Madre di 87 malata a letto, il figlio le muore d’infarto a casa

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Un uomo di 52 ha perso la vita a causa di un infarto. Sua madre di 87 anni, e malata, resta a casa da sola. Salvata dai carabinieri

Una storia triste che lascia un groppo in gola quella avvenuta negli scorsi giorni nel Napoletano. Tutto è avvenuto proprio nel capoluogo campano, dove si è consumata una tragedia che ha tutte le sembianze di un vero e proprio scherzo – di pessimo gusto – del destino.

Muore in casa e lascia la madre sola
Tutto è accaduto nella città di Napoli – L’intellettualedissidente.it

Un uomo di 57 anni, infatti, è morto a causa di un infarto, mentre era nel suo appartamento in via Argine, a Ponticelli. Un decesso forse improvviso e inaspettato, che non ha lasciato spazio ad una richiesta di aiuto da parte dell’uomo. Ma a rendere ancora più triste questa storia è il fatto che in quella casa c’era anche la madre dell’uomo, una donna di 87 anni che, purtroppo, era malata e allettata. Molto probabilmente la donna non aveva la possibilità di muoversi e, dunque, di dare l’allarme.

La madre di 87 anni da sola in casa, salvata dai carabinieri

Una vicenda che poteva vedere diventare una tragedia ben peggiore se non fosse stato per l’acume del portinaio di quel palazzo in via Argine che, accortosi che qualcosa non andava, ha deciso di allertare le Forze dell’Ordine. Il portinaio dell’edificio, infatti, aveva cercato più volte di telefonare il 52enne, ma invano. Dopo due giorni di inutili tentativi, il custode del condominio, temendo che fosse capitato un incidente, ha quindi deciso di allertare i soccorsi e spiegare la situazione alle forze dell’ordine. Una scelta intelligente che, alla fine, ha permesso di salvare la vita della donna ancora presente in casa.

Muore in casa e lascia la madre sola
Ecco chi ha salvato l’anziana donna – L’intellettualedissidente.it

Subito dopo l’allerta lanciata dal portinaio, i Carabinieri hanno raggiunto il palazzo, al civico 809, e si sono presentati davanti alla porta dell’uomo e dell’anziana signora. Dopo non aver ricevuto alcuna risposta dall’interno della casa, i vigili del fuoco – intervenuti insieme ai soccorritori del 118 – hanno deciso di buttare giù la porta e fare irruzione. Appena entrati in casa, gli uomini delle forze dell’ordine, con i soccorritori, hanno trovato a terra senza vita il 52enne. Per lui ormai non c’era più niente da fare.

Nella stessa casa era presente anche l’anziana donna che non aveva la possibilità di alzarsi dal letto e tantomeno soccorrere il 52enne o chiedere aiuto. La donna, nata nel ’36, ha uno stato di salute precario che rendono impossibile per lei muoversi in autonomia e, dunque, necessita di continue attenzioni e supporti. Non è chiaro se la donna vivesse con il figlio o se il 52enne era semplicemente passato a salutarla e per stare un po’ di tempo insieme. Tuttavia, la donna, nonostante i due giorni senza alcuna assistenza, era ancora viva, tanto che gli operatori del 118 hanno deciso di portala in ospedale per accertamenti.

Trasferita presso l’ospedale Pellegrini di Napoli, la donna ha ricevuto tutte le cure necessarie e, secondo quanto riportano diverse fonti, si troverebbe in buone condizioni di salute. Il corpo del 52enne ritrovato morto in casa a seguito di un attacco cardiaco è stato invece affidato ala sua famiglia.

Impostazioni privacy