Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Figlia di 13 anni incinta. Il padre va in ospedale e perde la testa

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Incredibile episodio avvenuto a Torino. Il padre di una ragazzi di 13 anni incinta si reca in ospedale e abusa della figlia

Una ragazzina di 13 anni in stato di gravidanza è stata abusata da suo padre mentre, proprio per via del suo stato di attesa, era ricoverata in ospedale.

Abusa della figlia incinta
Un uomo è stato arrestato dopo aver abusato della figlia incinta mentre era ricoverata in ospedale (Credits foto: Ansa) – L’intellettualedissidente.it

Una vicenda fatta di abusi che è emersa solo grazie alla premura degli operatori sanitari e all’operazione condotta dalle forze dell’ordine. Grazie alle telecamere dell’ospedale, infatti, è stato possibile cogliere l’uomo in flagranza di reato, mentre abusava di sua figlia. Adesso le forze dell’ordine dovranno cercare di capire di chi è il figlio che la ragazza sta per partorire.

Padre abusa della figlia incinta mentre è ricoverata in ospedale

L’accusa rivolta nei confronti di un uomo di 35 anni è quella di violenza sessuale aggravata. per via del fatto che questa è stata compiuta su una donna incinta e una minorenne. Tutto è successo all’interno dell’ospedale Sant’Anna di Torino, dove nei giorni scorsi una ragazza di 13 anni di origini filippine si era recata da sola al pronto soccorso del nosocomio per chiedere informazioni e consigli sullo stato di gravidanza. La situazione della ragazzina ha fin da subito insospettito i sanitari e gli operatori dell’ospedale.

Abusa della figlia incinta
L’uomo è stato incastrato dalle telecamere dei carabinieri – L’intellettualedissidente.it

La 13enne, infatti, ha un’età considerata dalla legge inferiore al limite di consenso per i rapporti sessuali. Da qui i primi dubbi dei medici, i quali hanno rivolto alla ragazza alcune domande sulla gravidanza e, soprattutto, su chi fosse il padre del bambino che attendeva in grembo. Domande a cui la tredicenne ha risposto sempre in maniera distaccata e confusa, alimentando ulteriormente i dubbi dei sanitari. Nemmeno la madre, inoltre, è apparsa collaborativa e, anzi, ha fatto aumentare le domande da parte di chi si stava prendendo cura della minorenne. Una situazione che, inevitabilmente, ha portato i medici ad allertare le forze dell’ordine, in modo da vederci chiaro sulla situazione della ragazzina e individuare un possibile reato.

La ragazza, quindi, è stata tenuta sotto osservazione dai medici e dagli psicologi del Sant’Anna di Torino, con la collaborazione delle forze dell’ordine. I militari, ottenuto l’autorizzazione da parte della magistratura, hanno infatti installato delle telecamere nascoste all’interno della stanza di ospedale in cui era ricoverata la ragazza. L’obiettivo era capire se si sarebbe presentato qualcuno che potesse risolvere il mistero della paternità del bambino in attesa. Ma le immagini hanno rivelato un altro aspetto inquietante. Durante una delle numerose visite da parte della famiglia alla ragazzina, il padre è stato sorpreso mentre abusava di lei.

Arrestato l’uomo, ora ci sono dubbi su chi possa essere il padre del bambino

Abusa della figlia incinta
Ora si teme su chi possa essere il padre – L’intellettualedissidente.it

L’uomo è stato quindi arrestato in mediatamente dopo essere stato colto in flagranza di reato. Con l’accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di una donna in gravidanza e minorenne, l’uomo è stato arrestato e trasportato in carcere. Sono quindi in corso ulteriori indagini che mirano a fare maggiore chiarezza sulla situazione familiare in cui viveva la minorenne in attesa.

Le forze dell’ordine stanno cercando di capire se in passato ci siano stati altri abusi da parte del padre della tredicenne. Inoltre, si attendono i risultati del test del Dna per sapere chi è il vero padre del bambino. I dubbi su chi possa essere sono sono stati alimentati dalle immagini delle videocamere, ma ora si attende la risposta dalle analisi.

Impostazioni privacy