Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Così a Venezia una donna ha evitato la multa togliendosi il reggiseno

Foto dell'autore

Gianluca Merla

L’episodio dal particolare “hot” è stato caratterizzato da un vero e proprio colpo di genio della donna, che ha evitato una multa, anche molto pesante

Può un reggiseno salvare una donna da una multa? A quanto pare sì, ma la risposta a questa domanda non ha a che fare con nessun tentativo malizioso di corruzione nei confronti dei tutori dell’ordine.

Donna evita multa
La donna è riuscita ad evitare una multa grazie ad un’idea geniale (Credits foto: Ansa) – L’intellettualedissidente.it

L’episodio che vi stiamo per raccontare è avvenuto nei pressi di Tramonti di Sopra, nella zona delle Pozze Smeraldine, in Friuli-Venezia Giulia. La protagonista di questa incredibile vicenda è una donna particolarmente sveglia e – un pizzico- avventata, che è riuscita a scampare ad una multa grazie ad un utilizzo ingegnoso del suo reggiseno.

Usa il reggiseno per evitare la multa

La donna, in compagnia di alcuni suoi amici e del suo cane, era diretta alle famose Pozze Smeraldine, località turistica conosciuta in tutta Italia. La comitiva di amici aveva quindi deciso di camminare lungo il percorso che porta alla meravigliosa attrazione turistica che richiama migliaia di visitatori ogni anno. Ma sulla loro strada hanno incontrato gli irremovibili agenti del comando Cellina-Meduna, i quali hanno subito notato un’irregolarità: il cane della donna era senza guinzaglio.

Donna evita multa
La ragazza ha deciso di giocarsi la carta del reggiseno per evitare una multa salata – L’intellettualedissidente.it

Pur essendo permesso l’accesso ai cani che collega la strada forestale alle Pozze, l’utilizzo del guinzaglio è obbligatorio. I tutori della legge del comando Cellina-Meduna, infatti, non si sono lasciati sfuggire il particolare. Dopo averli fermati, hanno fatto notare ai turisti che il simpatico cagnolino era stato lasciato libero di girovagare nell’area protetta, trasgredendo quindi le regole. Gli agenti, dopo aver comunicato ai visitatori che in quella zona vigeva l’obbligo di portare il cane al guinzaglio, hanno riferito anche che, in questi casi, è prevista una multa anche piuttosto pesante. Purtroppo, proprio in quel momento la proprietaria del cane si è resa conto di aver dimenticato il guinzaglio sulla macchinetta dei ticket per il parcheggio.

A quel punto, la multa sembrava una possibilità sempre più concreta. L’alternativa? Tornare indietro, recuperare il guinzaglio e, molto probabilmente, rinunciare alla gita nelle Pozze smeraldine. Ma è stato proprio a quel punto che la donna ha avuto un lampo di genio niente male. Dopo essersi spremuta le meningi su come trovare il modo migliore per evitare la multa e non rinunciare all’esperienza, la giovane ha tolto il reggiseno che stava indossando e ha deciso di utilizzarlo come guinzaglio. Una trovata geniale se pensiamo al fatto che il guinzaglio “artigianale” ottenuto grazie alla biancheria intima della donna si è rivelato della lunghezza e resistenza giusta per il cane in questione, comunque di piccola taglia.

La decisione degli agenti

Un’idea che deve aver sorpreso non poco gli agenti della polizia locale. Dopo le prime risate – scommettiamo che ce ne siano state parecchie – gli agenti hanno deciso di testare la nuova invenzione della donna. Sottoposto a piccoli “stress test”, il guinzaglio ha resistito alle oscillazioni e tirate del cane.

A quel punto, con molta ilarità e un gesto di comprensione,  hanno deciso di lasciar andare le turiste. Le due ragazze hanno quindi potuto proseguire la loro passeggiata verso le Pozze in compagnia del loro cane, salvandosi “in calcio d’angolo” da una multa che sembrava molto probabile.

Impostazioni privacy