Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Patatine troppo piccanti, così è morto un ragazzo

Foto dell'autore

Gianluca Merla

Il morso e poi il malore. Le patatine erano troppo piccanti: così è morto un ragazzo a causa di una sfida su TikTok

Ancora una challenge pericolosa sui social. Ancora un morto. Questa volta la vittima è una ragazzo americano di 14 anni che ha voluto mettersi alla prova oltre le proprie possibilità, rimettendoci la vita.

Ragazzo muore dopo aver mangiato una patatina piccante
Il ragazzo è morto dopo aver mangiato delle patatine super piccanti – L’intellettualedissidente.it

Harris Wolobah era uno studente e atleta di 14 anni. Una carriera da modello in divenire e un futuro particolarmente promettente. Ma i sogni del ragazzo e della sua famiglia sono stati infranti dopo aver mangiato alcune patatine estremamente piccanti, che si sono rivelate poi fatali.

Harris Wolobah, morto dopo aver mangiato patatine troppo piccanti

La famigli di Harris è distrutta, così come i suoi conoscenti, i compagni di scuola e i suoi amici. Il ragazzo aveva solo 14 anni e la sua vita è stata spezzata a causa di uno dei fenomeni che, proprio tra i ragazzi di questa età, si stanno diffondendo a macchia d’olio: le challenge sui social. È stata proprio una sfida su TikTok a far sì che Harris cadesse nella trappola che lo ha portato a sfidare troppo il suo corpo, perdendo poi la vita. La “One Chip Challenge”, questo il nome della sfida social, consiste nel mangiare una tortilla chip – tra gli alimenti di questo tipo più piccanti al mondo – e resistere il più possibile senza bere.

Ragazzo muore dopo aver mangiato una patatina piccante
La Challenge è diventata subito virale sui social, ma ha fatto registrare numerose segnalazioni di malori e complicazioni – L’intellettualedissidente.it

La sfida è stata lanciata solo un anno fa e ha visto migliaia di ragazzi consumare queste patatine, sfidandosi a chi resiste di più. Sono stati numerose in questi mesi le segnalazioni di malori, svenimenti e problemi respiratori in molte scuole americane, fino alla morte del giovane Harris. Il ragazzo aveva infatti deciso di partecipare alla sfida mangiando una delle patatine super piccanti realizzate dall’azienda Paqui. Dopo averla consumata mentre si trovava nella sua scuola a Worchester, in Massachusetts, il 14enne ha iniziato ad avere forti dolori allo stomaco.

La scuola ha quindi deciso di contattare la madre del ragazzo, in modo da poterlo venire a prendere e poi portarlo a casa. La situazione è sembrata migliorare poco a poco nel corso della mattinata. Ma quando nel pomeriggio il ragazzo stava per uscire di casa per raggiungere la scuola, i 14enne è morto. Una morte inspiegabile che ha lasciato tutti increduli. Nonostante sarà l’autopsia a determinare le cause del decesso, restano ben pochi dubbi su quali siano stati i fattori che abbiamo portato alla morte il giovane Harris.

La challenge sui social

“One Chip Challenge” è una sfida social che promossa dalla stessa Paqui, produttrice delle “patatine più piccanti al mondo”. Secondo quanto riferito dai media locali, Harris avrebbe deciso di partecipare alla sfida spinto da alcuni amici. La challenge consiste nel resistere il più a lungo possibile a quella che viene definita una vera e propria “bomba speziata”. Per vincere bisogna mangiare una patatina e resistere il più possibile senza bere. Chi non tocca l’acqua per un’ora dopo averne mangiata una è un “Apex Predator”, un predatore.

Lo snack viene prodotto utilizzando due tra le spezie più piccanti e potenti. Il Carolina Reaper Pepper, considerata la più piccante in assoluto, e il Naga Viper Pepper, la seconda. Nonostante sulla confezione siano riportate alcune avvertenze, come “non mangiare se sei sensibile ai prodotti speziati o allergico al pepe”, la challenge ha comunque attirato numerose critiche verso l’azienda. La scuola di Harris ha infatti deciso di vietare la vendita del prodotto nel proprio distretto, oltre a mettere a disposizione della famiglia una squadra di assistenti psicologici.

Impostazioni privacy