Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Si può annullare la dichiarazione Redditi precompilata già inviata?

Foto dell'autore

Edoardo Corasaniti

La dichiarazione dei redditi è un momento dell’anno cruciale per i lavoratori: da qualche mese l’Agenzia delle Entrate fornisce una nuova opportunità.

Sono diverse le occasioni per chi, come tanti italiani ogni anno, deve effettuare l’operazione di dichiarazione dei redditi precompilata. Per il 2023 infatti sono numerosi gli aggiornamenti da conoscere. Per l’anno corrente c’è un cambiamento importante da conoscere e valorizzare: i contribuenti possono correggere gli errori compiuti durante la compilazione. Un’opportunità non solo per il modello 730 ma anche per il modello Redditi Persone Fisiche, qualora sia stati forniti attraverso l’app.

Dichiarazione precompilata
Nella compilazione della dichiarazione dei redditi si possono commettere degli errori: ecco come riparare (ANSA FOTO) -lintellettualedissidente.it

Da qualche mese, tutti coloro che hanno inviato il modello 730 o il modello Redditi e si sia accorto che c’è un errore oppure abbia omesso alcuni dettagli, è possibile annullare la dichiarazione originale. Un passaggio che apre le porte ad un altro elemento: inviare la nuova dichiarazione con l’applicazione sul proprio cellulare. Ovviamente tutti i dati già segnati andranno persi e bisogna ripartire da zero.  Attenzione però: questa operazione è consentita una sola volta.

Annullamento della dichiarazione: cosa c’è da sapere per non sbagliare di nuovo

Da evidenziare che per quanto riguarda i modelli di Redditi di Persone Fisiche, l’annullamento è già scaduto a fine giugno. Ma se non è stato predisposto un modello F24, invece, l’ultimo giorno utile è il 27 settembre 2023. 

Dichiarazione precompilata
La dichiarazione dei redditi a volte può essere difficile da compilare: ecco perché l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione la possibilità di azzerare tutto e ricominciare da capo (ANSA FOTO) – lintellettualedissidente.it

Eccome come fare per annullare la dichiarazione dei redditi: prima di tutto bisogna verificare che la ricevuta dell’invio già fatto segni la voce “Elaborato” e naturalmente ci siano le stesse credenziali già usate per il primo invio, quello che ora si vuole cancellare. Un’altra cosa a cui fare attenzione è l’operazione esatta che si vuole compiere. Perché, se si vuole inserire dati addizionali o correttivi relativi ai redditi, bisogna eliminarli sulla voce “Ripristina” nella sezione “Redditi Aggiuntivo e Correttivo/Integrativo.

Da specificare che quando si annulla la dichiarazione già inviata si cancellano anche tutti i modelli F24 già compilate. L’Agenzia delle Entrate, inoltre, fornisce anche le ricevute dell’avvenuto annullamento in modo tale da avere sempre con sé la dimostrazione di aver compiuto l’operazione correttamente.
Per avere ancora chiara al 100 per cento la situazione, c’è da aggiungere che qualora le dichiarazioni siano congiunte, a richiederle può essere il dichiarante. Sulla tempistica invece, è bene sottolineare che da quando si cancella la vecchia dichiarazione e la nuova, devono trascorrere 24/48 ore per poterla trasmettere. Un po’ di pazienza, dunque, ma che servirà per non avere brutte sorprese in un momento successivo.

Impostazioni privacy