Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Noya era morta stretta alla nonna

Foto dell'autore

Maria Vittoria Ciocci

Si pensava fosse tra gli ostaggi dei terroristi di Hamas: la piccola Noya è morta tra le braccia di sua nonna.

Un acceso dibattito che vede contrapposte due opinioni divergenti: chi sostiene le ragioni di Israele e chi invece sottolinea la differenza tra i terroristi di Hamas e la popolazione palestinese. Nel frattempo gli ostaggi vengono torturati e vite innocenti vengono strappate. E’ il caso questo di Noya Dann e di sua nonna Carmela, scomparse dall’attentato dello scorso 7 ottobre contro il kibbutz situato a Nir Oz, al confine con la striscia di Gaza.

Noya è stata ritrovata morta
La piccola Noya è stata ritrovata senza vita dall’esercito israeliano – foto: Twitter – lintellettualedissidente.it

Per settimane si è supposto che le due fossero trattenute come ostaggio dagli estremisti, teoria che tuttavia si è infranta mercoledì 18 ottobre. I corpi senza vita di Noya e Carmela sono stati rinvenuti dall’esercito di Tel Aviv. Lo Stato di Israele ha confermato la loro morte tramite un comunicato ufficiale: “Siamo devastati nell’annunciare che ieri sono stati scoperti i corpi di Noya e di sua nonna Carmela” – si legge – “I nostri cuori sono spezzati”. Secondo quanto riportato sul sito locale Haaretz, sembra che la 12enne – affetta da autismo e fan sfegatata della saga di Harry Potter – sia morta tra le braccia di sua nonna.

Cercate da giorni

La denuncia della scomparsa di Noya e Carmela, avvenuta in seguito all’attentato dei terroristi di Hamas, ha fatto ben presto il giro del mondo. La storia della piccola Dann ha colpito in particolar modo J.K. Rowling, autrice della saga di Harry Potter, la quale ha scelto di dedicare un pensiero alla 12enne israeliana. “Possano Noya e tutti gli ostaggi di Hamas tornare, sani e salvi, dalle loro famiglie” – si leggeva sul profilo ufficiale della scrittrice – “Noya è sensibile, gentile, divertente e fan sfegatata di Harry Potter”. L’immagine riprende la piccola con la divisa di Hogwarts, oltre che bacchetta magica e volume originale tra le braccia.

Noya e Carmela Dann morte abbracciate
Rinvenuti i corpi senza vita di Noya e Carmela Dann, le due sono morte abbracciate – foto: YouTube New York Post – lintellettualedissidente.it

Indossa la cravatta dei Grifondoro la dolce Noya, una casata che richiama il coraggio, la gentilezza e la determinazione. Doti che l’hanno spinta a correre tra le braccia di sua nonna, per proteggerla dall’inumanità e crudeltà degli estremisti. Mentre i parenti delle vittime sono stati avvisati del ritrovamento dei loro corpi, le autorità proseguono con le ricerche degli ostaggi scomparsi. Secondo quanto espresso dallo Stato di Israele, sembra che altri parenti della piccola Dann risultino al momento rapiti dai terroristi di Hamas. Carmela infatti aveva altri due nipoti: Sahar di sedici anni ed Erez di dodici.

Impostazioni privacy