Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

I morti fanno parlare Rania

Foto dell'autore

Gianluca Merla

La Regina di Giordania interviene per parlare dei morti a Gaza. E Israele non gradisce le sue parole di condanna

E alla fine anche la regina Rania parlò. A poche ore dal voto in Consiglio di sicurezza sul cessate il fuoco sulla Striscia di Gaza, la regina di Giordania è intervenuta per dire la sua.

I morti a Gaza fanno parlare Rania
Rania è intervenuta dopo gli attacchi israeliani (ansa) – L’intellettualedissidente.it

Al centro delle sue parole questione dell’attacco di Hamas avvenuto il 7 ottobre scorso, ma anche i bombardamenti israeliani sulla città di Gaza e le vittime civili. Poi le parole rivolte contro l’occidente e la messa in discussione della veridicità dell’uccisione dei bambini decapitati in Israele. Macron risponde contrariato.

“L’Occidente adotta un doppio standard

È stato un intervento pubblico piuttosto raro quello di Rania al-Yasin, regina consorte di Giordania e figlia di genitori palestinesi. Secondo Rania, l’Occidente adotta “un doppio standard scioccante” sulla questione israelo-palestinese, soprattutto per quanto riguarda la morte dei civili a Gaza. Mentre si stava per votare in Consiglio di Sicurezza Onu sulle risoluzioni per bloccare i raid israeliani, Rania ha condannato l’Occidente. Per la regina, i Paesi occidentali adottano due pesi e due misure in relazione alla guerra in Medio Oriente.

I morti a Gaza fanno parlare Rania
La regina di Giordania ha criticato l’Occidente (ansa) – L’intellettualedissidene.it

“Il mondo ha immediatamente sostenuto Israele dopo gli attacchi del 7 ottobre – ha detto Rania – ma ora stiamo assistendo al silenzio del mondo“. La regina di Giordania ha rivolto parole piuttosto dure nei confronti dei Paesi occidentali, accusandoli di accettare che civili (palestinesi) vengano bombardati a morte. L’intervista, rilasciata alla Cnn, è un’apparizione pubblica piuttosto rara per la regina di Giordania, che ha voluto comunque esprimere indignazione nei confronti del modo in cui i Paesi occidentali trattino la vicenda israelo-palestinese.

Emmanuel Macron, impegnato al Cairo per incontrare il presidente egiziano Al-Sisi, ha replicato alle parole di Rania dicendo che “La Francia non pratica il doppio standard”. Per il presidente francese il diritto internazionale deve essere applicato a tutti i Paesi e in ogni circostanza. “Per la Francia tutte le vite si equivalgono – ha concluso Macron – e tutti i morti civili meritano la nostra compassione. Ci impegniamo costantemente per una pace giusta e duratura in Medio Oriente”. A rispondere alle parole della regina Rania è stato anche il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel. “L’Unione Europa non adotta doppi standard“. Ma a suscitare polemiche sono state le ulteriori parole della regina Rania, secondo cui non ci sono prove che i terroristi di Hamas “abbiamo davvero decapitato bambini”. Frasi che hanno sconcertato le famiglie delle vittime, le quali hanno deciso di inviare alla regina un link che riporta ad un sito web dove si vedono i video delle decapitazioni.

Impostazioni privacy