Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Ottenere la pensione a qualsiasi età è possibile da subito, ma la misura che lo permette prevede 2 requisiti vincolanti

Foto dell'autore

Carlotta Nicoletti

Avere la pensione a qualsiasi età è possibile, basta solamente avere alcuni requisiti. 

Per poter avere la pensione a qualsiasi età occorre essere titolari di Assegno Ordinario di Invalidità. Ma in questo caso è possibile continuare anche a lavorare, a fine carriera poi vengono ricalcolati tutti quanti i contributi degli anni lavorati con il coefficiente di trasformazione anagrafico usato per il calcolo della pensiona di vecchiaia.

Pensione in anticipo
È possibile andare in pensione prima? (lintellettualedissidente.it)

Ma la regola però non prevede un ricalcolo dei periodi di contribuzione antecedenti all’assegno ordinario di invalidità e neanche una differente valorizzazione dei contributi che vengono versati mentre si percepisce la prestazione.

In pratica funziona in questo modo, al raggiungimento del diritto alla pensione di vecchiaia, l’assegno ordinario di invalidità viene convertito in pensione in modo del tutto automatico. Gli anni in cui il lavoratore ha percepito solamente la prestazione di invalidità, vengono conteggiati ai fini del diritto ma non si calcolano per la misura della pensione.

Prendere la pensione in anticipo

La pensione in Italia si prende al compimento dei 67 anni di età, dopo aver maturato almeno 20 anni di contributi. Ma eventualmente si può andare in pensione anticipata, con 41 anni e 10 mesi di anzianità contributiva se il lavoratore è donna oppure con 42 anni e 10 mesi se il lavoratore è uomo.

Pensione anticipata
Si può andare in pensione prima ? (lintellettualedissidente.it)

C’è un’altra eccezione che riguarda gli invalidi, al compimento dell’età stabilita poi per il diritto alla pensione di vecchiaia, l’assegno di invalidità si trasforma, con i requisiti di assicurazione e contribuzione in pensione di vecchiaia. Gli anni in cui prosegue l’attività lavorativa risultano coperti da contribuzione piena, valida e anche ai fini del calcolo della pensione.

Non cambiano i coefficienti tramite cui viene calcolata la pensione. In pratica quando lei raggiungerà l’età pensionabile, l’assegno di invalidità si trasformerà in pensione automaticamente e la prestazione previdenziale sarà calcolata in base ai contributi che lei ha versato. La pensione non potrà essere inferiore all’importo dell’assegno di invalidità.

Quindi è possibile di fatto ottenere la pensione a tutte le età, ma solamente se si è in possesso dei requisiti elencati in precedenza. Sicuramente l’idea di poter andare in pensione a 40 anni per esempio è qualcosa di incredibile per moltissime persone. Un sogno che non si avvera, infatti come abbiamo detto purtroppo a oggi si va in pensione a 67 anni circa, ma dipende dai 20 anni di contributi versati, se questi sono inferiori ai 20 anni vuol dire che in pensione si va anche dopo.

Impostazioni privacy