Chi siamo

Disclaimer

Privacy Policy

Stai piantando le patate nell’orto e vuoi ottenere un raccolto abbondante? Ecco il trucchetto che pochi conoscono

Foto dell'autore

Daniele Pisacane

Aprile è il mese perfetto per piantare nel nostro orto le patate. Questo ci offre non solo una buona scorta per i mesi successivi, ma anche tanta soddisfazione nel vederle crescere e prosperare. Per ottenere un buon risultato, in termini di resa, però, è necessario prestare attenzione a quello che coltiviamo vicino ai nostri amati tuberi. Queste dinamiche rientrano nel concetto di consociazione. Vediamo di cosa si tratta.

Stai piantando le patate nell’orto? Sfrutta la tecnica della consociazione!

La consociazione si basa su un principio semplice: alcune piante, quando coltivate insieme, si aiutano a vicenda in termini di crescita, salute e produzione. Questa pratica antica, che affonda le radici nelle tradizioni agricole di tutto il Mondo, è purtroppo ancora poco conosciuta. Eppure, è una tecnica che promuove l’armonia e l’equilibrio nell’ecosistema dell’orto, nonché l’ottimizzazione dei suoi spazi.

Ogni pianta nel giardino porta con sé un insieme unico di caratteristiche, dalle sostanze chimiche che rilascia nel suolo alle sue esigenze specifiche di luce e acqua, fino ai vari insetti che attira o respinge. Quando due o più piante vengono collocate l’una accanto all’altra in modo strategico, possono emergere benefici reciproci sorprendenti. Questi vantaggi possono includere un miglioramento della fertilità del suolo, una riduzione dei parassiti e una diminuzione dell’uso di pesticidi chimici e fertilizzanti.

Ecco le piante “amiche” delle patate

Per quanto riguarda le patate, ci sono diverse piante che possono arricchire il terreno in termini di nutrienti, respingere parassiti e malattie, o addirittura migliorare il sapore dei tuberi stessi.

Tra queste piante troviamo:

  • i fagioli ed i piselli, che possono aiutare a fissare l’azoto nel terreno, migliorando la fertilità del suolo;
  • l’aglio e le cipolle che, con il loro forte odore, possono fungere da repellente contro il coleottero della patata e altri insetti dannosi;
  • cavoli, cavolfiori e broccoli;
  • la borragine che, con la sua capacità di attrarre insetti impollinatori e predatori naturali degli afidi, assicura un ambiente più salubre per la crescita delle patate.

Attenzione, queste piante non vanno coltivate vicino alle patate!

Se stai piantando le patate nell’orto, dunque, prima di sfruttare la tecnica della consociazione, è altrettanto cruciale riconoscere quali sono le piante da tenere lontane.

Le patate, infatti, non tollerano benissimo le piante della stessa famiglia delle solanacee, come pomodori, peperoni e melanzane, poiché condividono troppi parassiti e malattie. Allo stesso modo, piante ingombranti come zucche e zucchine possono soffocare lo sviluppo delle patate, entrando in competizione con loro sia in termini di spazio, che di sfruttamento delle risorse.

Coltivare patate, tenendo conto di questi principi, dunque, è un’ottima strategia se si vuole ottenere un raccolto abbondante. Al posto delle patate stai pensando di coltivare le carote? Anche queste ultime prediligono la vicinanza di certe piante, piuttosto che altre.

Impostazioni privacy